fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsChicago Bulls The Coach Blackboard: Early Offense Actions, Fred Hoiberg Iowa State

The Coach Blackboard: Early Offense Actions, Fred Hoiberg Iowa State

di Marco Tarantino

Uno dei marchi di fabbrica di Fred Hoiberg: easy basket, transizione offensiva veloce. Uno degli ingredienti segreti per trasformare Iowa State University. Andiamo a vedere come effettuare una transizione veloce, stressando la difesa, facendola muovere rapidamente e sfruttando la rapidità di esecuzione di questo schema.

Early Offense Actions : #1 Drag-screen

Stressare la difesa, 3-out e 2-in ad allargare il campo e forzare la difesa a fare delle scelte e muoversi subito.
Il #1 è il playmaker, il #2 e #3 guardia e ala piccola, #4 ala forte, #5 centro.

#1 a portare palla e guida la transizione offensiva dallo scarico del #5 che prende il rimbalzo dopo aver effettuato un taglia fuori sul centro avversario. L’ala forte (#4) corre sotto canestro, mentre il playmaker corre e dribbla i proprio avversario, il #2 e #3 vanno ad allargarsi sugli angoli.

Early Offense Actions

Early Offense Actions
Diagramma #1

Il giocatore che ha effettuato lo scarico, corre in attacco, andando ad effettuare uno screen per il #1.

Early Offense Actions

Early Offense Actions, blocco del centro per il playmaker che forza un cambio difensivo o libera il #1. 

Taglio del #3 verso #1 che sfrutta lo screen del #5. Situazioni possibili per il playmaker:
-Tiro se open
-Scarico sul #4 in post basso
-Pick and Roll con il #5

In caso di Pick and roll (pocket pass), con la palla al #5 si potrebbe avere un due contro uno sotto canestro con il #4.

Early Offense Actions

Early Offense Actions Diagramma 3

Il pick and roll viene bloccato? Soluzione B, qui deve essere bravo il playmaker a leggere l’azione offensiva, non andando a forzare una giocata che può portare ad una palla persa (in questo caso la difesa totalmente scoperta porterebbe ad un easy lay up avversario a campo aperto). La soluzione è uno scarico verso il #3 che esce dall’angolo:

Early Offense Actions

Early Offense Actions Diagramma 4

Passaggio del #1 per il #3 in posizione di ala e nuova scelta offensiva possibile:
-Palla per #5 in post basso
-Se il #5 è marcato dal centro opposto e non può ricevere lo scarico del #3 palla per #4 dentro il pitturato, con #1 che che va a proporsi per uno scarico ed allarga il campo. (Diagramma 5)

Early Offense Actions

Early Offense Actions diagramma-5

Si crea una Hi-lo Situation:
#4 per #5 per un layup o scarico fuori per il tiro dell’#1 o del #2 aperti pronti a ricevere.

Variante Early drag action

Se il #4 è Atletico (alias Draymond Green) può effettuare un pass-fake/shot-fake e dribblare per un layup facile fintando lo scarico sul #2. Se il difensore segue il #4 e non casca alla finta, il #4 può scaricare sul #2 per un tiro open.

Early Offense Actions Diagramma #6

Early Offense Actions Diagramma #6-7-8

Altra possibilità: high-post (Diagramma 7)
Dribble hand-off (molto difficile da difendere): #4 dribbla il proprio avversario andando verso il #1. #4 effettua un roll dopo un hand off screen, (Diagramma 8): il #1 ora si trova a dover leggere la difesa:
-può tirare
-può chiudere il pick and roll
-può aprire sul #2

Se decide per questa ultima opzione il #2 palla in mano potrà:
-Catch and shoot
-Assist per il #5 che può giocare un hi-lo con il #4 che taglia verso il ferro

Applicazione del Early Offense Actions ai Golden State Warriors

Andiamo a spiegare ancora meglio questo sistema con i Warriors della passata stagione:
Draymond Green #4
Bogut #5
Harrison Barnes #3
Steph Curry #1
Klay Thompson #2

Steph Curry e Draymond Green giocano uno screen hand off, palla per Curry con Draymond che taglia verso il ferro:
Steph può chiudere il pick&roll, scaricare su Klay Thompson
Tirare. Se scarica su Klay, la guardia può effettuare un catch and shoot oppure fare un assist per Bogut che può a sua volta giocare in post basso, tirare, oppure giocare un hi-lo con Draymond Green che va a chiudere verso il ferro.

Easy Basket, nato da una transizione veloce.
La velocità delle azioni offensive, la rapidità della lettura della difesa, il tempo ed il modo di esecuzione degli schemi offensivi fanno la differenza. Tutto in pratica sta nella rapidità. Rapidità a rimbalzo, di scelta offensiva, di movimenti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi