Prove di riconciliazione tra Dallas Mavs e Dennis Smith Jr? “Trade il piano B”

Kyle Kuzma difende su Dennis Smith Jr.

Prove di riconciliazione tra i Dallas Mavericks e Dennis Smith Jr. La squadra di Mark Cuban non sarebbe disposta a rinunciare così facilmente al prodotto di North Carolina State, giocatore per cui i Mavs spesero la nona scelta assoluta al draft NBA 2017.

Smith è attualmente fermo per un problema fisico che lo costretto a saltare le ultime quattro uscite dei suoi Mavericks. Recentemente, Phoenix Suns e soprattutto Orlando Magic si sarebbero mosse per sondare il terreno per l’esplosiva guardia.

Secondo quanto riportato da Tim McMahon di ESPN però, la cessione di Dennis Smith Jr sarebbe al momento considerata “il piano B” dai Dallas Mavericks.

“Il piano A rimane fare in modo che funzioni”, così una fonte non meglio precisata al reporter di ESPN. Smith avrebbe accettato con realismo l’eventualità di una trade, confidando in una soluzione tanto rapida quanto vantaggiosa per se e per i Mavericks.

Il travolgente impatto di Luka Doncic e la scarsa efficacia lontano dalla palla di Smith (ed annesse frizioni con coach Rick Carlisle) i motivi della possibile separazione. Nelle ultime ore, fonti interne alla squadra avrebbero ridimensionato l’entità del “disamoramento” di Carlisle per Dennis Smith Jr.

L’infortunio di J.J. Barea ha inoltre privato i Mavs di un giocatore importante nello spot di point-guard.

La partenza di Smith lascerebbe ai soli Doncic, al rookie da Villanova Jalen Brunson ed al super-veterano Devin Harris i compiti di regia. I Dallas Mavericks tenteranno sino all’ultimo momento di reintrodurre Smith nei meccanismi di squadra. Il prodotto di NC State ha dimostrato in questa stagione limiti di lettura del gioco (3.9 assista a partita, a fronte di ben 3.1 palle perse,  decima peggior prestazione tra le guardie NBA) così come miglioramenti al tiro da fuori (37.5% in stagione su 3.7 tentativi a partita).