Trevor Ariza, i Grizzlies, gli Washington Wizards e la trade che non c'era

Trevor Ariza, i Memphis Grizzlies, gli Washington Wizards e la trade che non c’era

Trevor Ariza, i Memphis Grizzlies, gli Washington Wizards e la trade che non c’era

Trevor Ariza, la trade che non c’era. L’ex Magic, Lakers, Wizards e Rockets, ora ai Phoenix Suns, è diventato eleggibile per una trade dalla mezzanotte di sabato 15 dicembre.

Sulle tracce di Ariza c’erano da giorni Los Angeles Lakers e Houston Rockets, entrambe determinate a riportare a casa il veterano e specialista difensivo.

Entrambe si sarebbero però ritrovate beffate sulla linea del traguardo dai Memphis Grizzlies, se non fosse intervenuto un incredibile scambio di persona.

Washingon Wizards, Phoenix Suns e Memphis Grizzlies avevano trovato in serata l’accordo per una trade a tre team. Scambio che avrebbe coinvolto Trevor Ariza, Kelly Oubre Jr, Austin Rivers, Wayne Selden Jr e… Brooks.

Quale Brooks? MarShon, l’ex Nets, Celtics e Olimpia Milano. Tutto chiaro. O quasi.

Come riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN, l’interessante trade che avrebbe dovuto portare Kelly Oubre Jr a Memphis sarebbe decaduta, a seguito di un’incomprensione su quale dei due Brooks (MarShon e Dillon) in forza ai Grizzlies avrebbe dovuto lasciare il Tennessee, in direzione Phoenix, assieme a Selden Jr e Austin Rivers.

Grizzlies e Suns protagonisti del qui pro quo, con Phoenix convinta di portare a casa Dillon Brooks, il canadese prodotto di Oregon, l’anno scorso autore di un’ottima stagione a Memphis, e con i Grizzlies pronti a separarsi da MarShon.

Scoperto il disguido, Memphis si è immediatamente ritirata dall’affare, lasciando Suns e Wizards (che stagione, ragazzi) col proverbiale cerino in mano, alla ricerca di una terza squadra con cui chiudere la trade (per la fredda cronanca, la colpa sarebbe da attribuire agli Washington Wizards, mediatori tra le squadre coinvolte).

Trevor Ariza ed il suo contratto annuale da 15 milioni di dollari, che in tutto questo giro sarebbero dovuti finire a Washington, rimangono per ora in Arizona. Ore dopo il fallimento della trade, giustificazioni, precisazioni e dettagli emergono impietosi.

Da parte loro, i Memphis Grizzlies sottolinenano di non aver mai citato Dillon Brooks, considerato incedibile, e di aver dato per scontato che il Brooks “giusto” sia sempre stato l’ex Providence MarShon.

Roberts Sarver, proprietario dei Phoenix Suns e protagonista di una settimana bella intensa, ha reso noto di aver aderito alla trade con Washington e Memphis per “evitare di lasciare Trevor Ariza ai Los Angeles Lakers”, soprattutto visto il rifiuto di Magic Johnson e Rob Pelinka di includere almeno uno tra Brandon Ingram, Lonzo Ball, Kyle Kuzma e Josh Hart nell’affare.

Come riportato da Shams Charania di The Athletic via Twitter, Trevor Ariza non sarà in campo stanotte per la partita tra Suns e Twolves in programma a Phoenix. I Suns stanno ancora lavorando ad una possibile trade che coinvolga di nuovo gli Washington Wizards, sulla base dell’accordo saltato nella nottata di venerdì.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment