Lebron-Kanter: “Io sono il Re, mia moglie la regina…”

Lebron-Kanter se le erano promesse, si sono avvicinati molto, arrivando quasi ad una rissa nel corso dell sfida tra New York Knicks e Cleveland Cavaliers.

A scatenare il tutto erano state le dichiarazioni del Prescelto: “I Knicks avrebbero dovuto scegliere Dennis Smith JR, hanno perso un grande talento…”

Poi la rettifica: “Non era un attacco ai Knicks o al ragazzo, Ntilikina, ma solo a Phil Jackson”

Reazione in campo? Il ragazzo, il rookie va sotto James, lo spinge e mostra sicuramente carattere. Lebron lo guarda interviene anche Kanter e si crea una mini rissa.

Finita qui? No, per niente. A fine gara ci pensa ancora l’ex Oklahoma City a calmare le acque. Enes Kanter: “Non mi importa chi sei. Come ti chiamano. Il Re? La principessa? La regina? Noi lotteremo”

LeBron: “Sono il Re, mia moglie è la regina e mia figlia la principessa”

La vera risposta però arriva dal campo: il Re dimostra sangue freddo, dimostra grande concentrazione, dimostra di essere il migliore ancora una volta.

Marco Tarantino

Direttore e creatore di NBA Passion.

Amante del basket, in tutti i suoi aspetti, coltivo la mia passione per il giornalismo abbinandola a quella per la palla a spicchi.

JUST LOVE THE GAME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.