Washington, Ted Leonsis ordina: “Wizards, niente più scuse, è ora di giocare!”

Ted Leonsis, proprietario degli Washington Wizards, fissa gli obiettivi stagionali per la sua squadra, in vista della prima palla a due ufficiale della stagione NBA 2018\19.

Come riportato da Chase Hughes di NBC Sports, secondo Mr Leonsis è arrivato il momento per gli Wizards di salire di livello, ed imporsi come forza principale nella Eastern Conference.

Dopo una stagione deludente, terminata con un’eliminazione al primo turno dei playoffs a seguito di una regular season da sole 43 vittorie, la squadra di coach Scott Brooks ha tentato in estate di rafforzarsi.

Dal mercato dei free agent sono arrivati veterani come Jeff Green e, soprattutto, Dwight Howard. Austin Rivers, arrivato via trade dai Los Angeles Clippers, è andato a rinforzare un reparto guardie ritenuto troppo debole, alle spalle di Bradley Beal e John Wall.

Wizards, Ted Leonsis: “Mi aspetto 50 vittorie e le finali di Conference”

Leonsis, magnate newyorchese trapiantato a Washington e proprietario di Wizards, Mystics, dei Capitals campioni NHL 2017 e – dal 2018 – dei Capital City Go-Go (franchigia d’espansione di G-League, affiliata agli Wizards), ritiene terminato per gli “stregoni” il tempo delle scuse.

Dobbiamo alzare le nostre aspettative. Dobbiamo raggiungere i playoffs. Mi piacerebbe vedere la squadra vincere 50 partite, e disputare le finali di Conference

– Ted Leonsis sugli obiettivi degli Wizards –

Leonsis divenne socio di maggioranza degli Washington Wizards nel 2010. Sotto la sua guida, gli Wizards hanno raggiunto la post-season nelle ultime 5 stagioni, senza mai però oltrepassare le semifinali di Conference ad est.

Scott Brooks
Scott Brooks, head coach degli Wizards dal 2016

Gli Washington Wizards 2018\19 potranno contare, oltre che sulle ritrovate condizioni fisiche del leader John Wall, su di un nuovo, avveniristico e costosissimo centro sportivo, la scintillante St. Elizabeths Entertainment & Sports Arena, che ha aperto ufficialmente i battenti lo scorso 22 settembre.

Il centro è provvisto di strutture all’avanguardia nel campo della medicina sportiva, una sala per la realtà virtuale e persino una camera a deprivazione sensoriale (si, proprio come quella di Homer Simpson!).

La “facility” sarà a disposizione di Wizards, Mystics e Go-Go. L’obiettivo di Mr Leonsis è quello di applicare alla pallacanestro capitolina il modello vincente già testato nell’hockey su ghiaccio.

Gli Washington Capitals beneficiano da anni di un moderno centro sportivo situato a Ballston, VA, e di un rodato sistema di affiliazione con squadre di diverse leghe minori:

Abbiamo dimostrato che non esiste alcuna maledizione sportiva, qui a Washington. Con pazienza, lavoro duro, dedizione totale e voglia di migliorarsi, si possono ottenere tanti risultati, e vincere (…) un investimento di tali proporzioni (la nuova facility, ndr) si rivela spesso un vantaggio enorme, da ad una squadra la possibilità di crescere assieme alla struttura

Washington Wizards, la situazione salariale

Gli investimenti di Ted Leonsis non si limitano alle sole strutture sportive. Gli Washington Wizards hanno attualmente il quarto “payroll” più alto della lega.

Bradley Beal, John Wall e Otto Porter, uno dei migliori backcourt della NBA

Il monte salari di Washington per la stagione 2018\19 supererà i 135 milioni di dollari. Dall’estate 2019 scatterà invece l’estensione da 170 milioni di dollari in 4 anni sul contratto di John Wall.

Per la stagione 2019\20, il salary cap degli Wizards sarà occupato quasi interamente dai soli contratti di Wall, Beal, Otto Porter e del lungo francese Ian Mahinmi.

In una tale situazione, sarà molto difficile per Washington trattenere alcuni tra i ben sette free agent prossimi venturi. In estate, Kelly Oubre Jr, Austin Rivers, Markieff Morris e Tomas Satoransky diventeranno unrestricted free agent.

Per Ted Leonsis è giunta l’ora che tali investimenti si traducano in risultati tangibili sul campo:

“Abbiamo uno dei monti salari più alti della NBA, i giocatori avranno da quest’anno un fantastico nuovo centro d’allenamento. La squadra è sana come mai nelle ultime stagioni. Dunque, cari Wizards, avete il vostro centro sportivo, un monte stipendi tra i più ricchi, avete persone qualificate che si occupano al meglio della vostra salute, della vostra alimentazione e quant’altro. Perciò, niente scuse. Giochiamo a Basket

– Ted Leonsis sprona gli Washington Wizards –