LeBron James su Wall: il fuoriclasse dei Lakers, dopo la brutta prova effettuata dalla sua squadra nella scorsa notte contro i Wizards, ha voluto commentare la performance esaltante del play avversario John Wall. Quest’ultimo. in particolare, è stato il trascinatore della sua squadra con una gara da autentico trascinatore, guidando i suoi con 40 punti, 14 assist e 6 rimbalzi.

Il Re, al contrario, ha molto deluso, mettendo in mostra una partita incolore, arricchita da soli 13 punti, 6 rimbalzi, 3 assist e ben 4 palle perse. LeBron non è mai entrato davvero nella contesa, la quale è invece stata dominata soltanto da un unico personaggio, ovvero il già citato Wall.

LEBRON JAMES SU WALL: LE DICHIARAZIONI NEL POST PARTITA

Wall contrastato da James in un vecchio Wizards-Cavaliers

Il numero 23 dei Lakers ha voluto mettere in chiaro il concetto di dominio esercitato dal giocatore della franchigia capitolina con parole molto coincise.

Ha fatto quel che voleva. Ha avuto un’energia spaventosa, paragonabile a quella di Westbrook. Ci ha tenuto sulle gambe per tutto il tempo e non siamo riusciti a fermarlo.

Il 28enne ex Kentucky, dopo un’inizio di stagione davvero problematico, sembra aver ripreso un buon ritmo di gioco. Allo stato attuale, infatti, il numero 2 presenta delle medie in lenta risalita:

  • 21,5 punti
  • 3,6 rimbalzi
  • 8,9 assist
  • 45,2 FG%
  • 31,3 3P%
  • 67,3 FT%

Sul suo conto, comunque, non smettono di circolare voci di mercato che parlano di un futuro del regista lontano dalla capitale americana. Per il momento, però, egli rappresenta una risorsa imprescindibile per i Maghi, e stanotte anche i Lakers ne hanno avuto una conferma.

Già, Los Angeles. Dal canto loro, nonostante questo brutto stop, regna un certo ottimismo. Il Prescelto, infatti, non è sembrato preoccupato per gli eventuali risvolti negativi all’interno del suo team, mostrando al contrario di essere fiducioso verso i suoi compagni, come dimostrano le parole da lui rivolte nei confronti di Lonzo Ball. Le ultime partite, eccetto l’ultima, hanno mostrato una sempre maggiore coesione e chimica tra i vari componenti della franchigia, tanto da garantire la risalita ai vertici della Western Conference (4° posto in attesa dei Clippers).

Da quando è iniziato il campionato siamo sempre migliorati. Se continuiamo così, ad Aprile saremo esattamente dove vorremo essere. Mi piace la direzione che abbiamo intrapreso.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.