Tony Parker e le leggende del basket argentino presenti alla cerimonia di ritiro della maglia di Manu Ginobili

I San Antonio Spurs hanno annunciato che giovedì notte sei membri della nazionale argentina, appartenenti alla “generazione d’oro”, saranno presenti all’AT&T Center di San Antonio nella notte di giovedì per partecipare alla cerimonia del ritiro della maglia di Manu Ginobili.

Nella notte di giovedì 28 marzoCleveland Cavaliers saranno gli avversari dei San Antonio Spurs, ma la data è resa più importante dalla cerimonia del ritiro della magia di Ginobili. Oggi i San Antonio Spurs hanno annunciato i sei volti noti della nazionale argentina che parteciperanno alla cerimonia: Alejandro Montecchia, Andrés Nocioni, Fabricio Oberto, Pablo Prigioni, Pepe Sànchez e Luis Scola.

Le sei leggende argentine parteciperanno discutendo della carriera di Manu e dell’impatto che ha avuto all’interno del team argentino. La discussione si terrà in spagnolo, e verrà trasmessa coi sottotitoli in inglese sugli schermi dell’arena.

La “Generaciòn dorada” rappresenta il periodo più proficuo della storia della nazionale argentina. La lista di successi inizia nel 2001 con la vittoria dei campionati americani FIBA e termina col quarto posto alle olimpiadi di Londra nel 2012. In questi anni la nazionale argentina vince un oro olimpico (2004 battendo in finale la nostra Italia), un bronzo olimpico (2008, in cui Ginobili fu portabandiera alla cerimonia di apertura) un argento ai mondiali del 2002 e svariate medaglie ai campionati americani.

L’Argentina rimane l’unica nazionale ad aver vinto un oro olimpico all’infuori degli Stati Uniti negli ultimi 30 anni.

Con la nazionale argentina, durante il corso delle quattro olimpiadi giocate in carriera, Ginobili ha viaggiato a medie di 18 punti, 3.7 assist e 3.7 rimbalzi a partita. Il suo massimo di punti è 32 nell’estate del 2008, miglior prestazione personale di sempre davanti ai 29 nelle semifinali del 2004 contro gli USA.

Oltre ai membri della nazionale argentina, sarà presente anche l’amico ed ex compagno di squadra Tony Parker. Il francese ha infatti ricevuto il permesso da Michael Jordan, proprietario degli Charlotte Hornets, di assistere alla cerimonia, ed ha addirittura ottenuto di farsi dare un passaggio sulla via per il Texas dalla sue ex-squadra.

La maglia numero 20 di Manu Ginobili si unirà a quelle di Bruce Bowen (12), Tim Duncan (21), Sean Elliott (32), George Gervin (44), Avery Johnson (6), Johnny Moore (00), David Robinson (50) e James Silas (13), diventando così la nona ad essere appesa al soffitto dell’AT&T Center.