Home Basket femminile Ruggito prepotente della Reyer: 3 T messe in Riga, semifinali vicine

Ruggito prepotente della Reyer: 3 T messe in Riga, semifinali vicine

di Daniele Morbio
La Reyer vince a Riga e vede la semifinale

La¬†Reyer¬†ruggisce in maniera prepotente, travolte le 3 T a¬†Riga e le semifinali sono ora vicinissime. Un successo pesantissimo nella sua campagna Europea per la formazione di coach¬†Mazzon, che dimostra di aver digerito alla grande la delusione per la sconfitta in finale di Coppa Italia contro l’arcinemica¬†Schio. Una reazione di grandissima forza per le lagunari, che – di fatto – hanno archiviato la non facile pratica lettone gi√† in un primo tempo devastante da 52-33. La reazione di¬†Pulvere¬†e compagne √® arrivata a buoi gi√† abbondantemente scappati, con un ultimo quarto che ha visto le lettoni passare da -24 a -13, tenendo aperta una porticina (minuscola) per la semifinale. Finisce 70-83 per le lagunari in trasferta, buon margine per il ritorno.

Si tratta – dunque – di una formalit√† o poco di pi√Ļ per¬†Pan¬†e compagne, che comunque dovranno mantenere altissima l’attenzione per non rischiare di rimettere in bilico una qualificazione che √® davvero vicinissima. Le lagunari si sono presentate in¬†Lettonia¬†al gran completo recuperando¬†Pan¬†dal problema ai cervicali e Berkani da un virus,¬†ma con una Villa¬†colpita dall’influenza (19′ in campo per la classe 2004). Di fatto rotazione a 10/11 per le oro-granata, che hanno mostrato compattezza e solidit√† in una serata importantissima per la stagione.

Reyer, a Riga un grande successo di squadra

La¬†Reyer¬†passa a¬†Riga¬†ruggendo – di fatto – sin dalla palla a due, con le lettoni che sono riuscite a prendere l’ultimo vantaggio sul 5-3 dopo nemmeno 2′ di gioco. Da quel momento √® arrivato il monologo delle oro-granata, guidate dalla solita difesa straordinaria e da un attacco che gira come un orologio svizzero dopo una¬†Coppa Italia¬†appannata da poco pi√Ļ di 60 punti di media segnati. La formazione di casa ha nell’espertissima¬†Ieva Pulvere¬†la vera trascinatrice, ma √® praticamente l’unica a trovare il canestro nel primo tempo.

Domina il campo praticamente in ogni voce statistica la squadra di Mazzon, che chiude la sua prova con un eccellente 32/62 dal campo (51.6%), 43 rimbalzi e ben 24 assist per 106 di valutazione complessiva. La formazione lettone, imbattuta in questa stagione, viene Рdi fatto Рanestetizzata dalla difesa rocciosa imposta dalle oro-granata, molto brave nel coprire il perimetro ed il pitturato con le lunghe e le sue esterne: una situazione determinante che ha portato le padrone di casa a non trovare soluzioni facili, forzando tantissimo e concedendo la netta superiorità a rimbalzo alle venete.

Dal canto suo le lagunari hanno avuto il merito di entrare dentro alle azioni offensive, costringendo la difesa di casa ad inseguire costantemente nelle rotazioni su esterne e lunghe. Attenzione, concentrazione e determinazione: nel pre-partita coach¬†Mazzon¬†aveva evidenziato come la sua squadra fosse vogliosa di riscattare la sconfitta di domenica, un dato confermato dai fatti sul campo. Singolare (o forse no) come¬†Venezia¬†abbia avuto le migliori passatrici in giocatrici che non sono registe: questa √® la dimostrazione di come l’impatto delle lunghe, delle guardie e delle ali piccole sia stato fondamentale per mandare in tilt¬†le 3 T di¬†Riga.

Sono 9 gli assist combinati dal duo di ali piccole¬†Makurat¬†(5) e¬†Pan¬†(4), a cui si aggiungono i 3 a testa di¬†Fassina¬†e¬†Meldere,¬†i 2 di¬†Shepard¬†ed i 4 di una¬†Kuier¬†imprecisa al tiro ma devota al gioco di squadra. Da migliorare per la squadra lagunare sicuramente l’attenzione degli ultimi 10′: qualche palla persa di troppo e tanto nervosismo (un fallo antisportivo ed un fallo tecnico) sono situazioni da eliminare al ritorno per non dare fiato alla squadra lettone.

Sono 4 le giocatrici in doppia cifra per la Reyer, che ne ha 16 da Berkani e Shepard (con pure 14 rimbalzi), 14 da Pan e 11 da Fassina. La formazione di coach Gulbis ha 42 dei suoi 70 punti dal duo Pulvere-Jasa (22 punti la prima e 20 la seconda), a dimostrazione di come abbia funzionato bene la difesa delle oro-granata, precisa negli 1vs1 ed attenta nel togliere ritmo alle esterne lettoni.

Nel post match il tecnico veneziano ha espresso soddisfazione per il risultato, mettendo in guardia la squadra sul match di ritorno di giovedì 29 febbraio con palla a due prevista alle ore 19.30 al Palasport Giuseppe Taliercio di Mestre, ancora imbattuto in questa stagione tra campionato ed Europa. Ecco le parole del tecnico della squadra oro-granata:

MAZZON: “Complimenti alle ragazze, brave. √ą un‚Äôimportantissima vittoria fuori casa, con 13 punti di vantaggio. Fare 83 punti qui a Riga contro una difesa molto fisica ed atletica √® qualcosa di importante. Abbiamo affrontato giocatrici molto forti, a partire da Pulvere che arriva dall‚ÄôEurolega, rispondendo molto bene. Anche oggi purtroppo abbiamo avuto problemi: Matilde ha giocato lo stesso nonostante l‚Äôinfluenza, ma non √® riuscita a rientrare nella seconda parte. Abbiamo disputato un ottimo primo tempo, nel secondo siamo usciti dalle cose avevano funzionato per noi, anche per merito della loro difesa e fisicit√†. √ą importante vincere un‚Äôaltra partita fuori casa, ma non sar√† facile completare l‚Äôopera: 13 punti sono un discreto bottino, ma dobbiamo ancora conquistarci il pass per la qualificazione”

TABELLINI

RIGA: Kilpe n.e; Grausa; Otto 4; Meskonyte 4; Lambert 8; Stepanova; Jasa 20; Pulvere 22; Claveau 3; Sila 9. All. Gulbis.

REYER: Logoh n.e; Berkani 16; Gorini 3; Villa 7; Nicolodi; Pan 14; Meldere 2; Makurat 5; Cubaj 2; Fassina 11; Shepard 16; Kuier 7. All. Mazzon.

 

COACH MAZZON ISTRUISCE LE SUE RAGAZZE IN UN TIME OUT, GRANDE VITTORIA PER LA REYER

You may also like

Lascia un commento