Home Eurobasket 2022EuroBasket 2015Road To EuroBasket Eurobasket 2017: nei gironi dominerà l’equilibrio

Eurobasket 2017: nei gironi dominerà l’equilibrio

di Andrea Ranieri
eurobasket

Eurobasket 2017: sorteggiati i gironi

Eurobasket 2017 si avvicina ed oggi sono stati sorteggiati i gironi. I quattro gruppi avranno luogo rispettivamente a Helsinki, a Tel Aviv, a Bucarest ed a Istanbul. La competizione avrà inizio il prossimo 31 agosto e si concluderà il 17 settembre. La fase finale si disputerà ad Istanbul. Alla fine della prima fase, le prime 4 quattro classificate di ogni girone si incroceranno negli ottavi di finale. Ma andiamo a vedere nel dettaglio ogni girone.

Girone A

Squadre: Francia, Grecia, Slovenia, Polonia, Finlandia, Islanda.

Nel girone A di Eurobasket 2017, sicuramente, è la Francia a partire favorita. I Cisalpini possono contare su una folta batteria di giocatori provenienti dalla Nba, supportati da giocatori di buon livello in Eurolega, come Heurtel e magari Causer o Kim Tillie. Il problema per i Francesi starà nel trovare un degno sostituto di Parker in cabina di regia. Il secondo posto sarà disputato da Slovenia e Grecia. Due squadre sostanzialmente alla pari, che potrebbero approfittare di un eventuale calo della Francia. Gli Sloveni possono contare su un solido gruppo di gregari, che avranno il compito di supportare uno dei backcourt più forti della competizione, formato dai fratelli Dragic. La Grecia avrà bisogno del massimo delle prestazioni da parte di Calathes ed Antetokoumpo, ma non scenderà sotto il terzo posto. Polonia e Finlandia si giocheranno il quarto posto, con la prima leggermente favorita. La probabile assenza di Gortat priverebbe i Polacchi della loro stella. La Finlandia dovrà essere compatta in difesa ed affidarsi al talento di Petteri Koponen per sperare di passare il turno. Squadra materasso del girone l’Islanda.

Girone B

Squadre: Lituania, Italia, Israele, Georgia, Germania, Ucraina.

La questione primo posto riguarderà quasi sicuramene Italia e Lituania. I Baltici partono leggermente favoriti, potendo contare su un quintetto molto solido e ricco di talento. Potrebbero pagare le loro tradizionali partenze a rilento ed una panchina lontana dalle migliori in Europa. L’Italia dovrà essere brava a sfruttare le possibili situazioni vantaggiose. Sarà importante per gli Azzurri riuscire finalmente ad individuare quel leader che trascini la squadra nei momenti difficili (Gallo, ci pensi tu?) per agguantare il primo posto. Israele, Georgia, Germania e Ucraina si contenderanno i due posti rimanenti. Israele potrà contare sul fattore campo, ma ha un roster dal relativo talento offensivo. La Georgia dovrà essere in grado di compattarsi al meglio attorno alle torri Pachulia e Shengelia, non dimenticando di sfruttare il talento del naturalizzato Pullen. I Tedeschi possono mettere in difficoltà tutti con la loro stazza fisica, ma la mancanza di Nowitzki peserà. Inoltre rimane un’incognita il rapporto di Schroeder con coach Fleming. Anche l’Ucraina potrà far affidamento su chili e centimetri, ma le speranze sembrano poche.

Girone C

Squadre: Spagna, Repubblica Ceca, Croazia, Romania, Ungheria, Montenegro

Saranno Spagna e Croazia a dominare il girone. Entrambe sono squadre esperte e solide, difficile dire chi delle due potrà prevalere. La Spagna, a organico completo, probabilmente ha qualcosa in più rispetto ai Croati, soprattutto in difesa. La squadra di Petrovic farà affidamento sulla propria enorme mole di talento e su una grande ferocia agonistica, come mostrato a Torino. Terza forza del girone la Repubblica Ceca, che punterà sull’asse play-pivot Satoransky-Vesely, che basterà da sola a staccare il biglietto per gli ottavi. Montenegro e Ungheria si contenderanno il posto rimanente, con gli slavi che partono con un leggero favore del pronostico. Gli Ungheresi si appoggeranno al loro leader Adam Hanga, che ha esperienza in Eurolega. I Montenegrini faranno leva sulla forza di un gruppo privo di una vera stella. La Romania padrona di casa non pare avere chance di andare oltre il primo turno.

Girone D

Squadre: Serbia, Lettonia, Turchia, Russia, Belgio, Gran Bretagna

La Serbia parte nettamente favorita nel girone D di Eurobasket 2017. I vice-campioni olimpici faranno affidamento su una rosa collaudata, in cui spiccano alcuni nomi di altissima caratura, quali Teodosic, Bogdanovic, Bjelica e Raduljica. Lettonia, Turchia e Russia di divideranno i tre posti restanti, in una lotta molto equilibrata. i Baltici sono squadra solida e sperano di poter contare sulla presenza del fuoriclasse NBA Porzingis. La Turchia sarà legata ancora una volta alla decisione delle proprie stelle di partecipare o meno. I padroni di casa, al completo, risulterebbero i favoriti per il secondo posto. La Russia in attacco dovrà affidarsi alla coppia Shved-Mozgov ed alla duttilità di Vorontsevic. Ma è dalla difesa che dovranno nascere le fortune dei Russi, in cerca di riscatto dopo annate deludenti. Discorso chiuso per Belgio e Gran Bretagna, che si limiteranno a lottare per il penultimo posto, con i Belgi che paiono leggermente avanti.

In attesa di valutare assenze e presenze nei vari roster, le premesse per un europeo equilibrato ci sono tutte. Non ci resta che goderci la stagione e prepararci ad un settembre di grande basket. Eurobasket 2017 si avvicina.

I gironi di Eurobasket 2017

I gironi di Eurobasket 2017

 

You may also like

Lascia un commento