Home Eurolega Olimpia Milano, capitolo playmaker: da Dimitrijevic a “Mister X”

Olimpia Milano, capitolo playmaker: da Dimitrijevic a “Mister X”

di Stefano Sanaldi
Nenad Dimitrijevic Olimpia Milano: un nome nuovo dal mercato

Olimpia Milano, ci risiamo: è caccia al playmaker per la prossima stagione. Dopo l’addio di Sergio Rodriguez la squadra milanese non è riuscita più a trovare, fatta eccezione per la parte finale della scorsa stagione con Napier, un playmaker in grado di fare la differenza. Infatti lo stesso Napier, dopo essere tornato a Milano a stagione in corso, sta facendo abbastanza fatica a tornare sui livelli a cui ci aveva abituati la scorsa stagione. Ecco dunque che il futuro playmaker dell’EA7 Emporio Armani Milano è ancora tutto da scoprire: proviamo a tracciare qualche profilo che potrebbe interessare a Ettore Messina.

Olimpia Milano: Dimitrijevic e…

La stagione dell’Olimpia Milano non è ancora terminata, ma in casa biancorossa si guarda già al futuro, partendo dal ruolo del playmaker, un ruolo che in questi ultimi anni a Milano ha sempre dato problemi. Ad oggi, la sola certezza riguarda Nenad Dimitrijevic, con l’ex Valencia pronto a fare il suo ritorno in EuroLeague con la maglia Olimpia. Non ci sono ancora annunci ufficiali, e non ce ne saranno sino al termine dei playoff, ma è un segreto di Pulcinella che l’MVP di VTB League con la maglia dell’Unics Kazan si trasferirà a Milano. La convinzione è che il giocatore della Nord Macedonia possa essere considerato il miglior backup disponibile sul mercato nel ruolo, ma mancherebbe il titolare.

Purtroppo, da qualche anno il mercato europeo nel ruolo non è florido di nomi importanti, e chi ne ha uno punta a tenerselo ben stretto. Se si volesse provare qualche “azzardo”, vengono in mente i nomi di Codi Miller Mc-Intyre e TJ Shorts. Il primo, reduce da un’ottima annata col Baskonia, ha una clausola di uscita ma, nonostante eccellenti doti difensive e di gestione, lascia qualche incertezza la sua pericolosità al tiro. Poca pericolosità al tiro da fuori, anche per Shorts, vincitore dell’ultima EuroCup a Parigi e, molto probabilmente, destinato a rimanere nella capitale francese anche la prossima stagione, la sua prima in EuroLeague.

Le alternative a “Mister X”

In giro per l’Europa e per EuroLeague non c’è molto altro: Mike James chiede 3 milioni a stagione al Monaco per rinnovare, ed è impensabile un suo ritorno all’Olimpia dopo il modo in cui venne mandato via da Messina. Ci sarebbe Nick Calathes, già accostato più e più volte a Milano, ma pare che il play greco sia diretto nel Principato. Senza dimenticare che ci sono altre realtà (vedasi Fenerbahçe e Olympiacos) alla ricerca di un playmaker importante. Un’alternativa percorribile potrebbe essere quel Darius Thompson che, col passaporto italiano, sarebbe un colpo di valore doppio. In estate l’ex play brindisino ha firmato un ricco 2+1 con l’Efes e chiunque volesse assicurasi il giocatore, dovrebbe percorre due strade: chiedere una partecipazione dei turchi al pagamento dell’ingaggio oppure spalmare quanto percepirebbe all’Efes con un nuovo contratto, di durata almeno biennale.

Secondo quanto riporta Alessandro Maggi su ROM, la dirigenza biancorossa potrebbe virare su un “Mister X”, ancora sconosciuto agli addetti ai lavori, e che si spera in seno alla società abbia un volto ben definito. Se non proprio a livello somatico, almeno per quel che concerne le caratteristiche tecniche che la società milanese ormai cerca da tre stagioni, invano.

You may also like

Lascia un commento