fbpx
Home Eurolega Olimpia Milano: i volti di chi sarà ancora e di chi non sarà più

Olimpia Milano: i volti di chi sarà ancora e di chi non sarà più

di Andrea Ranieri

Una settimana fa abbiamo dato i giudizi individuali sulla stagione dell’Olimpia Milano e vi avevamo promesso uno sguardo sul futuro, e sulla prossima stagione in particolare. Occorre procedere con ordine, cominciando da quello che è il roster attuale, di cui vale la pena analizzare contratti in essere e in scadenza. In un unico tentativo: comprendere chi potrà fare ancora parte del progetto Ettore Messina nell’annata 2020-2021.

I contratti in essere anche la prossima stagione

Sotto la gestione Ettore Messina – Mike James ne sia sommo esempio – l’aver contratto per la stagione a venire non è garanzia di permanenza.Tuttavia tra le conferme sicure dovrebbero esserci quelle dei veterani Sergio Rodriguez e Vladimir Micov, che le hanno meritate sul campo, oltre che in ufficio. Ha un’opzione per il rinnovo di un anno Amedeo Della Valle, le cui prestazioni sono state altalenanti. Della Valle resta tuttavia uno dei migliori italiani in circolazione e i progressi intravisti, soprattutto in difesa, potrebbero convincere il suo coach a confermarlo. Dovrebbe essere sicuro della conferma Riccardo Moraschini, che potrebbe diventare un valore aggiunto fisso anche in ottica Eurolega.

Olimpia Milano: ambigua la situazione di Della Valle, sarà sfruttata l'opzione sul contratto?

Olimpia Milano: ambigua la situazione di Della Valle, sarà sfruttata l’opzione sul contratto?

In tutto questo – lo abbiamo anticipato – con una guida come Messina non basta quel pur rilevante pezzo di carta pieno di firme, serve un certo rendimento sul campo. Qui entrano in gioco alcuni nomi: in primis Andrea Cinciarini, che ha firmato un rinnovo biennale la scorsa estate, ma non è mai stato realmente nei piani del coach catanese. Paul Biligha avrebbe ancora due stagioni assicurate, ma il tentativo di trasformarlo in un numero quattro dipende molto dalla costruzione di un tiro credibile. C’è tempo di aspettarlo? Dubbia anche la posizione di Michael Roll, che non si è dimostrato tiratore sufficientemente costante nell’ultima stagione. Infine, Arturas Gudaitis: il contratto sarebbe in scadenza 2021, con un NBA escape per questa estate. Onestamente, nell’ottica di Messina, perdere l’ultima versione del lituano non sarebbe grave, inaspettatamente.

Olimpia Milano: i contratti in scadenza

Lo stesso tipo di discorso è da applicarsi ai contratti che vanno in scadenza. Sicuramente meritevole di una conferma sarebbe Kaleb Tarczewski, che ha iniziato nettamente in difficoltà, ma si è trasformato in un lungo importante, soprattutto a protezione del ferro. Se migliora i movimenti spalle a canestro, sarà un fattore. Perderlo sarebbe grave. Assimilabili le posizioni di Jeff Brooks e Nemanja Nedovic: il primo è molto peggiorato dopo un grande inizio e la sua mancanza di fiducia impedisce di trasformarlo del tutto in un numero tre; il secondo nel ruolo di guardia sarebbe tra i migliori interpreti sui due lati del campo in tutta Europa, ma vale davvero la pena di puntare per il terzo anno di fila sui muscoli di cristallo del serbo?

Olimpia Milano: Kaleb Tarczewski merita la riconferma

Olimpia Milano: Kaleb Tarczewski merita la riconferma

Difficili le conferme di Keifer Sykes e Christian Burns. Il primo dovrebbe essere stato un rincalzo dopo il fallimento di Shelvin Mack, mentre il secondo non è mai stato realmente nelle rotazioni, neanche in campionato. Improbabile anche che resti Luis Scola, una tassa troppo pesante da pagare a livello difensivo. Diverso il discorso per Drew Crawford, che fisicamente e per attitudine potrebbe essere un buon giocatore da rotazione. Dalla sua parte anche il fatto che Messina, presentandolo, avesse evidenziato un progetto a lungo termine sul giocatore americano.

Sia chiaro, non si vogliono dare certezze, l’intento è unicamente quello di trasmettere delle ragionevoli sensazioni, che traggono solo dal discorso tecnico-tattico e dal campo la loro ragion d’essere. Che tutto vada in maniera completamente diversa da quanto descritto? Pare improbabile. Intanto settimana prossima faremo i primi nomi di chi ancora non è e potrà essere, ciò che tutti realmente ci chiediamo.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi