fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Sacramento Kings, la vecchia ARCO Arena rivive, sarà un ospedale covid-19

Sacramento Kings, la vecchia ARCO Arena rivive, sarà un ospedale covid-19

di Michele Gibin

“The Gas Station”, la ARCO Arena di Sacramento ed una volta casa dei Kings di Chris Webber, Mike Bibby e Peja Stojakovic torna a nuova vita per una causa nobile: l’impianto diventerà un sito ospedaliero covid-19, per accogliere circa 360 posti letto su iniziativa degli stessi Kings.

I Sacramento King doneranno circa 250mila dollari agli enti che operano nell’area della California del nord per fronteggiare l’epidemia da coronavirus, ed altri 100mila dollari per la fornitura di mascherine e materiale di protezione individuale agli operatori sanitari. “La nostra comunità viene per noi sempre al primo posto“, così il proprietario dei Kings Vivek Ranadivé “Ed oggi lo è ancora di più, siamo orgogliosi di contribuire ai lavori per accogliere tanti pazienti in un nuovo spazio, stiamo inoltre raccogliendo mascherine e risorse da affidare alle realtà che operano sul territorio per aiutare le persone in difficoltà a causa del coronavirus. Assieme sconfiggeremo questo nemico invisibile“.

La ARCO Arena aveva chiuso i battenti per la NBA con il trasferimento dei Kings al nuovo Golden 1 Center, un’arena pubblica che aveva scongiurato nel 2015 l’ipotesi di relocation della franchigia. Il vecchio impianto, diventato nei primi anni 2000 uno dei più caldi dell’intera NBA, ha ospitato nel 2001 una delle serie di playoffs più belle di sempre, la finale di conference tra Kings e Los Angeles Lakers di Shaquille O’Neal e Kobe Bryant.

Una serie che vide i Lakers uscire vittoriosi solo in gara7 e solo dopo un tempo supplementare, grazie anche ad un incredibile errore allo scadere dei tempi regolamentari di Peja Stojakovic, e che segnò la consacrazione del giovane Mike Bibby quale point guard tra le migliori della lega. Dopo quella stagione, i Sacramento Kings di coach Rick Adelman non sarebbero più tornati in finale di conference.

Dopo averla spuntata in gara7, i Lakers vinsero il loro terzo titolo NBA consecutivo battendo in finale 4-0 i New Jersey Nets di Jason Kidd.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi