fbpx
Home Lega Basket ABasket mercato A Happy Casa Brindisi mercato: l’annuncio di Marino

Happy Casa Brindisi mercato: l’annuncio di Marino

di Kevin Martorano

L’Happy Casa Brindisi mercato è uno dei più movimentati del nostro campionato, almeno per quanto riguarda quello in uscita. Infatti, come ormai sappiamo un po’ tutti, Adrian Banks ha salutato la squadra pugliese per accasarsi in quel di Bologna, sponda Fortitudo; inoltre, anche Iris Ikangi è partito, mentre Kelvin Martin e John Brown hanno rifiutato la proposta di rinnovo contrattuale con il club del Presidente Fernando Marino.

Ci si può aspettare dunque un corposo mercato in entrata da qui in avanti per la squadra brindisina, visto che si trova nella scomoda situazione di dover praticamente rifondare il roster che bene ha fatto nell’ultima stagione.

Happy Casa Brindisi mercato: c’è il primo acquisto

Nel corso della conferenza stampa per la presentazione del nuovo Platinum Sponsor, Fernando Marino ha annunciato il primo acquisto della nuova versione di Happy Casa Brindisi: si tratta di Mattia Udom, che però non è ancora uscito dal contratto che lo lega alla Tezenis Verona.

Udom è un’ala di 2 metri, che ha concluso la scorsa stagione con il club di Verona con 8.8 punti, 6.5 rimbalzi e 1.6 assist di media a partita nel campionato di Serie A2. Sarà dunque Udom il primo acquisto di Brindisi, il quale verrà ufficializzato appena risolverà il contratto con quello che è ormai il suo ex club.

Inoltre, sembra esserci un altro nome in orbita brindisina: si tratta di Filippo Baldi Rossi, giocatore in uscita dalla Virtus Bologna che gioca nella posizione di ala grande. Per Baldi Rossi le sue statistiche nella stagione appena conclusa sono state di 4.5 punti, 3.2 rimbalzi e 0.7 assist di media in 13.9 minuti di utilizzo medio a partita.

Su Baldi Rossi da segnalare l’interesse anche di Pesaro, che però ha lo svantaggio di non poter offrire una coppa europea al giocatore, cosa che invece può fare Brindisi, visto che disputerà la Basketball Champions League.

Fonte: Sportando. 

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi