fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat Chris Bosh: “C’è anche Kobe dietro al successo dei big three di Miami!”

Chris Bosh: “C’è anche Kobe dietro al successo dei big three di Miami!”

di Francesco Catalano

L’etica del lavoro di Kobe Bryant nel modo della pallacanestro è ormai proverbiale e questa volta a parlarne è un altro campione della palla a spicchi, ovvero Chris Bosh.

L’ex giocatore dei Raptors non ha mai avuto modo di giocare insieme al Black Mamba in una squadra NBA, tuttavia i due hanno potuto giocare insieme sotto la bandiera degli Stati Uniti durante le Olimpiadi del 2008 di Pechino.

Il cosiddetto Redeem team messo in campo dagli USA per vendicare lo sfregio del 2004, era un vero e proprio gruppo di stelle. Oltre al MVP della stagione 2008 c’erano anche quelli che poi sarebbero stati i big three dei Miami Heat: LeBron James, Dwyane Wade e Chris Bosh appunto.

“Con Kobe come punto di riferimento, D (Wade, ndr) e Bron (James, ndr) hanno innalzato il loro livello durante quell’estate ha rivelato Bosh. “Si sono allenati ad un livello che non avevo mai visto prima. E loro, di riflesso, hanno ispirato me. Siamo stati d’ispirazione l’un l’altro. Perché avevamo capito che se non avessimo fatto un salto di qualità, non saremmo andati da nessuna parte. Così ho iniziato ad andare in palestra prima di quanto avessi mai fatto”.

Quelli che poi sono diventati i big three di Miami hanno appreso molto della cosiddetta “Mamba mentality” proprio in quella estate cinese. L’unione avvenne nel 2010 quando Bosh arrivò in Florida dal Canada e LeBron da Cleveland in seguito alla celeberrima “The Decision”.

Quella è la stessa intensità che poi abbiamo portato a Miami” ha proseguito Bosh. “E’ una delle cose che ricordo con più piacere. Ogni giorno Bron e Wade mi hanno sollecitato a spingere ancora di più e a puntare sempre più in alto. Nei quattro anni insieme non c’è stato nessun allenamento in cui non mi incoraggiassero a dare tutto in campo. E mi piace pensare che io ho fatto lo stesso per loro”.

Insomma, un altro bell’aneddoto che si aggiunge a quelli che negli ultimi mesi ci hanno raccontato la figura di Kobe Bryant. Ancora una volta Bosh ha confermato quanto sia stata importante per tutti la figura del leader dei Lakers all’interno della NBA.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi