Home Eurolega Palle perse e disastro arbitrale: l’Olympiacos batte l’Olimpia Milano

Palle perse e disastro arbitrale: l’Olympiacos batte l’Olimpia Milano

di Andrea Delcuratolo
Sloukas Olympiacos

OLYMPIACOS 82-66 OLIMPIA MILANO – Per il diciassettesimo turno di Turkish Airlines Euroleague si son affrontate Olympiacos Pireo e Olimpia Milano. La sfida ha visto due squadre dal percorso identico. Milano ha infatti vinto la sfida contro Valencia per 90-79, mentre l’Olympiacos arriva alla sfida dopo la vittoria del derby di Atene contro il Panathinaikos per 71-95.

Milano si presenta al match con i soliti assenti: Shavon Shields Ã¨ indisponibile per una lesione tendinea del piede sinistro; Gigi Datome Ã¨ out per un’infezione virale acuta, mentre Kevin Pangos è indisponibile a causa di una lesione parziale del legamento crociato posteriore del ginocchio destro. 

Olympiacos-Olimpia Milano: il racconto del match

Partita approcciata bene da Milano nel primo quarto. La difesa preparata da Messina porta i suoi frutti, consentendo all’Olimpia Milano di contenere molto bene gli attacchi di Peters e trovare punti con Melli, Davies e Baron. L’Olympiacos però argina spesso la difesa milanese trovando il vantaggio e molti rimbalzi offensivi. I greci scappano e puniscono ogni singolo errore dei meneghini. Il primo quarto finisce 27-15 dopo un momento di grave appannaggio meneghino.

Da quel momento si apre un’altra partita: l’Olympiacos fugge e, grazie anche a palesi errori arbitrali, riesce sempre a tenere lontana l’Olimpia, che si affida a Billy Baron. La difesa prova a tenere e tiene anche, dato che il secondo quarto si chiude con Milano lontana appena sei punti.

Come detto, gli errori arbitrali pesano molto. Non c’è solo l’Olympiacos che trova il canestro con estrema facilità nel terzo quarto grazie a Vezenkov, Walkup, Sloukas e Papanikolaou ma anche una Milano penalizzata da scelte molto discutibili della terna. Milano comunque ci prova, affidandosi a Davies e a Melli in difesa. Il rimbalzo di Milano funziona infatti molto bene: ben 31 a fine partita, meglio dell’Olympiacos che prende 29.

A fine partita, c’è molto da recriminare per Milano. Non solo una serata al tiro da tre punti molto rivedibile (56.7 % da due e 33.3% da tre) ma anche per le palle perse: ben 21, contro le 11 palle rubate. Bene gli assist: 16 a fine partita.

Il tabellini statistico

Parziali Singoli quarti: 27-15, 17-23, 15-6, 23-22

Parziali Complessivi: 27-15, 44-38, 59-44, 82-66

Olympiacos: Walkup 10, Caanan 2, Lountzis, Larentzakis 5, Fall 7, Sloukas 8, Vezenkov 8, Papanikolau 9, Bolomboy 2, Peters 16, Black 6, McKissic 9. Coach: Georgios Bartzokas.

Olimpia Milano: Davies 5, Thomas 6, Luwawu-Cabarrot 9, Mitrou-Long 9, Tonut ne, Melli 7, Baron 12, Ricci 5, Hall 5, Baldasso ne, Hines 8, Voigtmann. Coach: Ettore Messina.

You may also like

Lascia un commento