fbpx
Home Lega Basket A OriOra Pistoia contro Reyer Venezia: l’impresa è servita

OriOra Pistoia contro Reyer Venezia: l’impresa è servita

di Daniele Morbio

Undicesima giornata di campionato che vede OriOra Pistoia contro Reyer Venezia, partita svolta ieri al PalaCarrara con palla a due alle 17.30. Il più classico degli scontri impari è vinto incredibilmente e con pieno merito dai padroni di casa: l’impresa di questo turno è servita, con l’ennesima sconfitta dei campioni d’Italia in trasferta (sono 6 consecutive, con 0 vittorie). MVP della serata è il belga Jean Salumu, autore di 25 punti con 8/11 al tiro e 8/9 in lunetta.

OriOra Pistoia contro Reyer Venezia: le chiavi della partita

• L’intensità: Pistoia gioca una partita di clamorosa intensità contro la Reyer, andando ben oltre i propri limiti e gettando il cuore oltre l’ostacolo per tutti e 40 i minuti di gioco. Più piccoli, più “bassi”, ma con un’intensità commovente. Le partite contro le corazzate si vincono così, prima con il cuore e poi con la tecnica.

• La precisione al tiro: 50% da due, 44% dall’arco, 84% in lunetta. Miglior prestazione stagionale balistica per la squadra toscana proprio contro i campioni d’Italia: nel momento topico dell’incontro la squadra di coach Michele Carrea si è esaltata stringendo le maglie difensive e facendo un parziale incredibile di 22 a 2 in 7 minuti (dal 64 a 68 per la Reyer del 28′ all’86 a 70 del 35′) in cui il team tricolore non ci ha capito veramente nulla in entrambi i lati del campo.

la coralità dell’attacco pistoiese: la squadra di casa offre una prestazione corale notevole in attacco: infatti oltre all’MVP assoluto del match, Salumu, l’OriOra trova ben altri 4 giocatori in doppia cifra per punti segnati. Tutti si sono presi le proprie responsabilità, senza forzare troppo e senza alcun timore reverenziale nei confronti dei campioni d’Italia.

Migliori e peggiori

Jean Salumu: la guardia belga è una spina costante nel fianco della difesa veneziana e con le sue penetrazioni spacca la partita. 7/9 da 2, 1/2 da 3, 8/9 in lunetta. MVP senza dubbio.

• Carl Wheatle: il collante per eccellenza, è a dir poco decisivo nei momenti cardine dell’incontro: mette a referto 10 punti con un ottimo 4/7 al tiro (3/4 da 2, 1/3 da 3) e cattura 3 rimbalzi. Decisivo nella difesa che crea le basi per il parziale nell’ultimo periodo.

• Jeremy Chappell: parte fortissimo nel grande avvio lagunare a Pistoia (10-21), poi quando si è punto a punto continua la sua serata importante. La guardia ex Cantù ne mette 18 con 7/10 dal campo (5/6 da 2 e 2/4 da 3) catturando pure 5 rimbalzi: sicuramente il più continuo tra gli oro-granata.

• Austin Daye: la stella oro-granata prova a trascinare i suoi compagni con l’aiuto di Chappell, chiude con un bel 5/8 dal campo (3/4 da 2, 2/4 da 3), 6/6 in lunetta, 3 palle perse e 3 recuperate per un totale complessivo di 18 punti e 20 di valutazione.

• Julyan Stone e Mitchell Watt: l’asse play-pivot stavolta tradisce la Reyer. Il play e metronomo del team lagunare disputa una partita di bassissima intensità, difende malissimo e non mette bene in ritmo i compagni. Il centro invece si perde a polemizzare con gli arbitri e si prende un fallo tecnico, risultando pure impreciso al tiro (6/14 da 2). Non bastano sicuramente i 16 punti a salvare la sua prestazione.

OriOra Pistoia contro Reyer Venezia: il tabellino

Parziali singoli quarti: 16-21; 25-25; 28-22; 20-19.

Parziali progressivi: 16-21; 41-46; 69-68; 89-87.

OriOra Pistoia: G.Della Rosa 3, T.Petteway 11, L.D’Ercole 3, A.Quarisa n.e, A.Brandt 6, J.Salumu 25, A.Landi 2, Z.Dowdell 15, J.Johnson 14, C.Wheatle 10. Coach: Michele Carrea.

Reyer Venezia: I.Udanoh, D.Casain n.e, J.Stone, M.Bramos 12, S.Tonut 6, A.Daye 18, A.De Nicolao 9, A.Filloy 2, J.Chappell 18, V.Mazzola 6, B.Cerella, M.Watt 16. Coach: Walter De Raffaele

Per gli altri recap dell’undicesima giornata di Lega Basket Serie A clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi