fbpx
Home NBANBA TeamsBoston Celtics I Celtics alzano il ritmo e vincono contro i Knicks, ma preoccupa Smart

I Celtics alzano il ritmo e vincono contro i Knicks, ma preoccupa Smart

di Gabriele Melina

Terminato, questa notte, il giro di trasferta dei Boston Celtics in quel di New York. Dopo una sconfitta contro i Brooklyn Nets, gli uomini di coach Brad Stevens hanno portato a casa la loro quattordicesima vittoria stagionale, sfidando i New York Knicks al Madison Square Garden. In questo incontro, sono stati fondamentali Jayson Tatum e Jaylen Brown per i Celtics, mentre, dall’altra parte, Julius Randle è autore di 26 punti.

Da sottolineare però l’infortunio di Marcus Smart, occorso durante il terzo quarto della gara.

Nonostante il posizionamento attuale delle due squadre (Boston quarta nella Eastern Conference, mentre New York ultima nella medesima classifica), avrebbe dovuto dare il via ad un match a senso unico, questa notte, nella Mecca della pallacanestro, si è tenuto un incontro abbastanza equilibrato per almeno tre quarti. Difatti, come accaduto nella gara contro i Nets, i Celtics hanno giocato per la maggior parte del tempo ad un ritmo molto basso, alzando le marce solo nel quarto decisivo. D’altro canto invece, i Knicks, hanno agito entro i loro limiti, risultando molto superficiali nel finale di partita.

Inoltre, a sigillare l’incontro, concluso 113 a 104 per i Celtics, sono stati i 30 punti di Tatum, ed i 28 di Brown. Importanti, in aggiunta, i canestri dalla lunga distanza mandati a bersaglio nel quarto quarto, da parte di Kemba Walker e Semi Ojeleye. I Celtics sono stati bravi a rimanere aggrappati alla partita, al contrario, invece, i Knicks, non sono stati capaci di mantenere i vantaggi acquisiti, come uno scarto di sei punti, risultato in un parziale di diciassette a due da parte degli ospiti.

Così coach David Fizdale, capo allenatore dei Knicks, al The Boston Globe.

Con sei minuti al termine della partita, ci hanno costretto (i Celtics, ndr) a perdere quattro o cinque palloni, i quali hanno portato gli avversari a mettere a referto tanti canestri da tre punti. Loro sono talmente tanto preparati, fisicamente e tecnicamente, che ti fanno pagare ad ogni errore che commetti. A grandi linee, abbiamo giocato una buona partita, ma non siamo stati capaci di chiuderla nel modo giusto

La nota dolente di questa nottata sarà per la squadra 17 volte campione NBA, l’infortunio di Marcus Smart. Quest’ultimo, nel tentativo di subire uno sfondamento dal giovane Kevin Knox, ha subito un colpo all’addome, che gli ha causato forte dolore, e, in un secondo momento, la sua uscita dal campo. In passato, per Smart, era già accaduto un infortunio simile, uno strappo ai muscoli addominali.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi