fbpx
Home Lega Basket A Reggio Emilia-Reyer Venezia: primo successo esterno dei campioni d’Italia

Reggio Emilia-Reyer Venezia: primo successo esterno dei campioni d’Italia

di Daniele Morbio

Quattordicesima giornata di Serie A e primo successo esterno della Reyer Venezia, che espugna il PalaBigi nel match Reggio Emilia-Reyer Venezia col punteggio di 85 a 104. I campioni d’Italia bombardano dall’arco tirando col 65,4%, in una partita ad alto punteggio. Sesta vittoria degli oro-granata in questa stagione, che salgono così a quota 12 punti e agganciano il trenino del nono-decimo posto, a una vittoria dall’ottavo posto, mentre gli emiliani scendono in dodicesima piazza, anche loro a quota 12.

Reggio Emilia-Reyer Venezia: le chiavi della sfida

• Le triple: Quello andato in scena a Reggio Emilia ieri è stato un vero e proprio bombardamento, con la Reyer Venezia capace di tirare col 65,4% da tre punti, per un complessivo 17/26. In particolare si segnala il 100% nel tiro da lontano di ben tre giocatori: Michael Bramos (4/4), Jeremy Chappell (3/3) e Andrea De Nicolao (2/2)

• difesa e presenza a rimbalzo: una vittoria solida per i campioni d’Italia, alquanto autoritaria, che va letta oltre lo scarto di 19 punti finale. La squadra veneziana ha imposto il suo ritmo in particolare nel secondo tempo, stritolando l’attacco reggiano e concedendogli soltanto 33 punti (di cui alcuni a buoi ampiamente scappati a fine gara) dopo i 52 del primo tempo (contro i 58 segnati dagli oro-granata). A rimbalzo il divario è stato evidentissimo: 40 a 26, un +14 in favore del team lagunare che non ammette repliche e testimonia anche la differenza di intensità tra le due squadre.

• la durezza mentale: Venezia, a differenza delle altre trasferte, riesce a stare mentalmente in partita per tutti e 40 i minuti senza mai prendere parziali importanti, senza perdere lucidità e ribattendo colpo su colpo alle folate offensive dei biancorossi. Reggio si scioglie col passare dei minuti come neve al sole, senza riuscire a reagire al parziale terrificante che porta la Reyer fino al più 21 tra terzo e quarto periodo: molto da lavorare per Maurizio Buscaglia.

Gli uomini chiave:

• Austin Daye: l’ala oro-granata si presenta a Reggio Emilia con una tripla, segno che la serata poteva essere complicata per i lunghi emiliani. E difatti il figlio di Darren Daye sforna una gran prestazione nella prima metà di partita, trascinando la sua Reyer con ben 17 punti e con l’altra tripla allo scadere del 20′ che vale il primo mini allungo (52-58). L’ala forte mette poi in campo una prestazione difensiva di spessore ed offensivamente riesce a sfruttare alla perfezione i limiti reggiani, subendo tanti falli e andando in lunetta ben 8 volte (7/8 per lui).

Andrea De Nicolao, Michael Bramos, Jeremy Chappell: 9/9 dall’arco in tre giocatori. Precisamente 2 del play italiano, 4 del tiratore greco e 3 della guardia americana. Più della metà delle triple della squadra veneziana arrivano dalle mani bollenti di questi giocatori. Serata di grazia per i tiratori mortiferi della Reyer Venezia, ben aiutati però dalla non-difesa di Reggio Emilia: tante triple erano piedi per terra e ben costruite.

Valerio Mazzola e Mitchell Watt: l’ala italiana infila 2 triple pesantissime nella seconda metà di partita mandando in fuga gli oro-granata, mettendosi in luce anche in difesa con una prova di alto livello. Il centro americano invece piazza l’ennesima super prova stagionale mettendo a referto ben 21 punti, con 9 rimbalzi, il 58% da 2 (7/12) e il 78% in lunetta (7/9) e siglando personalmente la definitiva fuga verso la vittoria dei campioni d’Italia con 8 punti filati: 2 giocate offensive di alto livello appoggiandosi dolcemente al vetro e 2 schiacciate terrificanti (assistite meravigliosamente da De Nicolao) che mettono a serio rischio l’integrità dei ferri del PalaBigi.

Reggio Emilia-Reyer Venezia: tabellini statistici e prossimi impegni

Parziali singoli quarti: 29-30; 23-28; 18-21; 15-25.

Parziali progressivi: 29-30; 52-58; 70-79; 85-104.

Reggio Emilia: D.Johnson-Odom 11, S.Fontecchio 10, D.Pardon 7, L.Candi 10, G.Poeta 3, D.Vojvoda 13, L.Infante, J.Soviero n.e, J.Owens 18, R.Upshaw 4, M.R.Diouf n.e, G.Mekel 9. Coach: Maurizio Buscaglia.

Reyer Venezia: D.Casarin 2, J.Stone 6, M.Bramos 12, S.Tonut 7, A.Daye 17, A.De Nicolao 10, G.Vidmar 6, J.L.Chappell 12, V.Mazzola 8, F.Pellegrino n.e, B.Cerella 3, M.Watt 21. Coach: Walter De Raffaele.

La Grissin Bon Reggio Emilia affronterà l’Happy Casa Brindisi nella quindicesima giornata di campionato, partita che si disputerà il 26 dicembre alle ore 20.30. La Reyer Venezia invece se la vedrà con la Virtus Roma in casa, partita che si giocherà sempre il 26 dicembre ma alle ore 18.30.

Per i recap delle altre partite della quattordicesima giornata di Lega Basket Serie A clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi