fbpx
Home Lega Basket A Varese contro Venezia: la Reyer non vince più in trasferta

Varese contro Venezia: la Reyer non vince più in trasferta

di Daniele Morbio

Si giocava all’Enerxenia arena il big match della nona giornata, Varese contro Venezia: la sfida delle ore 17 premia i padroni di casa dopo una lotta di 45′, con la Reyer che non sa più vincere in trasferta. I lombardi salgono così a quota 8, raggiungendo proprio i campioni d’Italia che sono alla quarta sconfitta consecutiva esterna in campionato.

Varese contro Venezia: la cronaca

La squadra lombarda vince con merito questa sfida dopo aver condotto il match Varese contro Venezia per più di 30′ e dopo aver rischiato di perderla con il sorpasso Reyer del 35′.

La squadra di coach Attilio Caja attacca con pazienza ed energia una difesa troppo morbida dei lagunari e scappa sul più 17 al 19′ (41 a 28 all’intervallo), con gli oro-granata troppo statici in attacco. Il terzo quarto vede la reazione rabbiosa, seppur alla distanza, della Reyer: Varese attacca male, non segna più e Michael Bramos segna la tripla che riapre tutto (-5 al 30′). Nell’ultima frazione la squadra veneta va avanti nel punteggio su canestro e fallo di Jeremy Chappell, prima di essere ricacciata indietro da un pazzesco 12 a 0 della Openjobmetis. Varese alza le mani dal manubrio e lo stesso Chappell coadiuvato da Mitchell Watt scrivono il 75 pari al 40′ con Austin Daye che sbaglia la tripla del successo. Nel supplementare prende fuoco Josh Mayo: il giocatore americano spara tre triple siderali che mettono in ginocchio gli oro-granata; tuttavia Venezia sbaglia (sempre con Chappell) il canestro del secondo tempo supplementare. Alla fine esulta Caja, con Walter De Raffaele che dovrà capire il perché di questa partita a due volti.

Varese contro Venezia: le chiavi del match

Varese vince il match Varese contro Venezia con le triple nel supplementare, grazie all’energia e alla protezione del ferro (4 stoppate) di Jeremy Simmons, che sigla una doppia doppia da 17 punti e 13 rimbalzi con 30 di valutazione, alla lucida follia di Josh Mayo (25, di cui 11 nel solo tempo supplementare) e grazie ad una difesa che ha reso asfittico l’attacco della Reyer, togliendo i rifornimenti sotto canestro a Gasper Vidmar e Mitchell Watt e forzandolo a 10 palle perse di squadra nel solo primo tempo. Varese vince grazie alle giocate del suo asse play-pivot e catturando 43 rimbalzi (18 in attacco): energia, difesa e giuste spaziature a fermare una Reyer molto al di sotto delle proprie possibilità per almeno 25′. Venezia approccia questa sfida con troppa sufficienza, difesa nulla per buona parte della partita e attacco fermo, con zero movimento senza palla: molto da rivedere per De Raffaele dopo questa sconfitta bruciante.

Up&down della serata

UP: – Josh Mayo e Jeremy Simmons: l’asse play-pivot di Varese segna 42 dei 93 punti di squadra e spacca la partita nel supplementare

UP: – Matteo Tambone e Jason Clark: tanta sostanza, grinta ed energia per i lombardi da questi due giocatori, con l’americano a catturare anche 7 rimbalzi.

UP: – Mitchell Watt, Andrea De Nicolao, Jeremy Chappell, Michael Bramos: questi i migliori 4 oro-granata in questa serata. Il pivot Watt ne mette 14, col 100% dal campo, 8/9 in lunetta, 7 falli subiti, 2 stoppate e 9 rimbalzi, risultando determinante nel rientro oro-granata della ripresa insieme alla difesa e all’energia del play padovano. Chappell e Bramos sono praticamente gli unici a salvarsi nel reparto esterni (14 il primo, 17 con 5/7 da 3 il secondo), segnando con continuità e trovando spesso cesti importanti.

DOWN: – Julyan Stone: il play americano doveva essere il principale riferimento oro-granata nel contenere Mayo ma non riesce mai a fermarlo realmente ed in più non mette mai in ritmo l’attacco.

Per gli altri recap della nona giornata di Lega Basket Serie A clicca qui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi