fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti Mondiali FIBA 2019: la preview del girone A

Mondiali FIBA 2019: la preview del girone A

di Leonardo Selvatici

Per la prima volta in 17 edizioni, i Mondiali FIBA 2019 si terranno in Cina e il girone assegnato ai padroni di casa è stato proprio l’A. Il raggruppamento include anche Polonia, Venezuela e la Costa D’Avorio. Le partite si svolgeranno a Pechino nel Wukesong Sport Arena, struttura creata appositamente per le partite di pallacanestro delle olimpiadi del 2008.

Mondiali FIBA 2019: le squadre del girone A

I padroni di casa si presentano al loro primo mondiale in casa da incognita. Vengono sì dal primo posto agli Asian games del 2018, ma l’anno precedente alla FIBA Asia Cup (manifestazione ben più importante) sono arrivati solo quinti. Resta quindi da vedere dove potrebbero qualificarsi in questo girone.
In cabina di regia sarà presente Shuo Fang, playmaker di 188 cm militante nel Beijing Ducks. Ha disputato anche la Summer League 2019 di Las Vegas con il Team China, chiudendo il torneo a 5 punti e 4 assist di media. Accanto a lui nello spot di guardia vedremo Qian Wu, alto 190 cm per 86 kg alternato a Rui Zaho, guardia-ala di 193 del Guangdong Southern Tigers. Come ala piccola verrà schierato Yanyuhang Ding, 2.00 metri per 91 kg. Giocatore completo che insieme all’ala grande e al centro andrà a formare il nucleo principale da cui passeranno le fortune biancorosse. Per lui infatti 19.5 punti e 5.5 rimbalzi nelle qualificazioni ai mondiali. Come lunghi titolari della squadra ci saranno Jianlian Yi (2.13 per 113 kg) e Zhou Qi (2.16 per 95 kg). Il primo sarà la chioccia della squadra, avendo 32 anni e avendo giocato 5 stagioni nella NBA; il secondo invece rappresenta il futuro ma ha già dimostrato di essere pronto ora, date le due stagioni tra Nba e la G-League.

Mondiali FIBA 2019

Mondiali FIBA 2019: Ailun Guo, ala piccola, in azione nella partita vinta 101-52 contro la Siria

Come seconda squadra analizzeremo il Venezuela, la favorita del girone A per i Mondiali FIBA 2019 secondo il Ranking FIBA. Si piazza infatti al 20^ posto la nazionale di Fernando Durò (30^ la Cina, 25^ la Polonia e 64^ la Costa D’Avorio).
Nonostante sia il quarto mondiale nella loro storia, il Venezuela recentemente ha trionfato nella FIBA Americas Championship del 2015, in finale contro l’Argentina dell’MVP Luis Scola.
Nel miglior quintetto di allora ci fu anche il playmaker Heissler Guillent, il quale si alternerà la cabina di regia con Gregory Vargas. Nel ruolo di 2/3 si ruoteranno Jose Vargas (miglior marcatore della squadra nelle qualificazioni con 11.2 punti a partita), Jhornan Zamora (10.6 punti), Miguel Ruiz (difensore formidabile e ottimo rimbalzista) e Dwight Lewis. Nei ruoli di ala grande e centro la rotazione sarà ben più ristretta. Infatti nessun giocatore del roster supera i 205 cm. Bisognerà quindi difendere forte e correre in contropiede. I titolari saranno comunque Nestor Colmaneras e Gregory Echenique, supportati dal solo Windi Graterol (204 cm).

Nestor Colmaneras in azione alle World Cup Qualifiers chiuse a 11.1 punti e 7.0 rimbalzi di media

Come terza squadra andremo a conoscere la Costa D’Avorio, squadra allenata dall’italiano Paolo Povia. Il loro percorso di qualificazione non è stato per niente semplice anzi, per arrivare in Cina hanno dovuto vincere le ultime tre partite con uno scarto totale di +66. Dove sta il problema? +26 alla Nigeria, +27 al Rwanda e +20 al Mali.
Il leader della squadra è certamente l’ala americana naturalizzata Deon Thompson, l’anno scorso allo Zalgiris Kaunas e passato ora al Malaga. A fargli da spalla ci saranno Vafessa Fofana (11.3 punti e 4 rimbalzi ai WC qualifiers), Abuo Charles (11.1 punti e 5.4 rimbalzi di media) e Landry Edi (10.3 punti e 5.6 rimbalzi).
A ispirare il gioco scenderanno in campo i playmaker Souleyman Diabate e Bryan Pamba-Juille. Sotto le plance invece andranno a completare il roster i lunghi Mohamed Dèba Kone e Louri Frejus Zerbo.

Deon Thompson, leader degli africani, in azione alla Trentino cup

Per ultimi ma non meno importanti analizzeremo la Polonia allenata da Mike Taylor e avversaria dell’Italia nelle qualificazioni. La numero 25 del ranking FIBA ha ottime possibilità di qualificarsi alla seconda fase, e queste chance le deve a A.J. Slaughter (14.7 punti nelle WC Qualifiers), Adam Waczynsky (13.5 punti) e Mateusz Ponitka (13.4 punti e 4.7 rimbalzi). A mancare purtroppo per i biancorossi sarà Maciej Lampe (centro di 2.11 trascinatore della nazionale da oltre un decennio) e quindi a fare sportellate sotto canestro ci saranno Damian Kulig, Dominik Olejniczak, Aaron Cel e il giovanissimo Aleksander Balcerowski, classe 2000 alto 2.15.

A.J. Slaughter marcato da Paul Biligha nella sfida dello scorso Dicembre.

Le gerarchie del girone 

Il girone A è uno dei gironi più difficili da prevedere, infatti mancando un superteam del calibro degli USA, Serbia o Francia, anche per il primo posto c’è una bella lotta. Ad oggi fatichiamo a trovare anche una squadra materasso, anche se la favorita per l’ultimo posto rimane la Costa D’Avorio. Tra Cina, Polonia e Venezuela indichiamo le ultime due per il passaggio alle Top 16, anche se i padroni di casa faranno sentire tutto il calore possibile dagli spalti.
Appuntamento a Venerdì 31 Agosto per le prime due partite del girone, Polonia-Venezuela e Cina-Costa D’Avorio.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi