fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationApprofondimenti Giannis Antetokounmpo e Kyrie Irving: chi è la stella dell’Oriente?

Giannis Antetokounmpo e Kyrie Irving: chi è la stella dell’Oriente?

di Andrea de Rose

Una delle serie più attese dei playoff NBA, quella tra i Milwaukee Bucks e i Boston Celtics sta per entrare nel vivo. Le due squadre sono in forma smagliante e arrivano alla sfida dopo aver battuto le rispettive avversarie del primo turno con un 4-0 secco. I riflettori sono ovviamente puntati sulle due superstar: Giannis Antetokounmpo e Kyrie Irving. Analizziamo lo stato di forma, i punti deboli e i punti forti di questo due campioni che avranno un ruolo fondamentale nella serie.

GIANNIS ANTETOKOUNMPO

Dopo una stagione mostruoso il  Dio Greco ha iniziato i playoff come aveva finito la stagione regolare, i numeri sono impressionanti: 26.3 punti 12.0 rimbalzi 3.5 assist con il 52.1% dal campo di media. I malcapitati Detroit Pistons, non riuscendo a trovare un accoppiamento difensivo valido, sono stati affondati senza opporre la minima resistenza. Giannis ha dimostrato ancora una volta di essere fondamentale su entrambi i lati del campo: infermabile nel pitturato (71.1%) con conclusioni al ferro che somigliano a giochi di prestigio, e decisivo in difesa con i suoi 12 rimbalzi e le 1.5 stoppate di media a partita. I Celtics possono contare sull’esperienza difensiva di Al Horford e Marcus Smart che possono provare a rendere la vita difficile al Superman in maglia numero 34. Ovviamente i Bucks hanno tante armi da mettere in campo, ma bloccare Antetokounmpo è una delle chiavi per vincere la serie.

KYRIE IRVING

Nonostante le difficoltà durante la stagione regolare e uno spogliatoio diviso, i Boston Celtics hanno iniziato i  playoff in maniera solidissima detronizzando gli Indiana Pacers orfani di Oladipo. A guidare la franchigia del Massachusetts ci ha pensato il solito Kyrie Irving: 22.5 punti- 4.5 rimbalzi – 7.8 assist di media e 42.3% al tiro da tre. L’ex Blue Devils ha dimostrato di poter attaccare in qualsiasi maniera: sfruttando le sue doti tecniche per andare al ferro, tirando da tre in maniera chirurgica o smazzando assist per i compagni. Anche sul lato difensivo dà un ottimo contributo con 1.5 palle rubate di media a partita. I Pacers non sono riusciti a trovare un accoppiamento difensivo per limitarlo, ma contro i Bucks l’accoppiamento con Eric Bledsoe potrebbe diminuire l’efficienza offensiva di Irving, bloccando così il cervello dei Celtics.

I PRECEDENTI STAGIONALI

 

Durante la stagione 2018/2019 queste due squadre si sono affrontate tre volte: la prima partita è stata vinta dai Boston Celtics  con un sontuoso Irving da 38 punti, a nulla sono serviti i 33 punti messi a segno dal Greco. Le altre due sfide sono state vinte dai Bucks con Antetokounmpo che ha messo a segno 30 punti in entrambe le occasioni dimostrando di essere immarcabile. I precedenti valgono a poco perché durante i playoff tutto cambia: gli attacchi diventano più efficaci, le superstar salgono di livello, le difese si serrano e l’intensità aumenta. I due roster sono composti da giocatori eccellenti che saranno sicuramente protagonisti di questa battaglia, ma l’impatto in attacco di Irving e Antetokounmpo sono la chiave per la vittoria finale dei rispettivi team. Questa meravigliosa serie sta per cominciare, non resta che metterci seduti e goderci lo spettacolo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi