Home Italbasket Donte DiVincenzo alle Olimpiadi con l’Italia? “Mi piacerebbe”

Donte DiVincenzo alle Olimpiadi con l’Italia? “Mi piacerebbe”

di Giacomo Zingaro
donte divincenzo italia

Potrebbero esserci ancora delle speranze di vedere Donte DiVincenzo indossare la casacca dell’Italia alle prossime Olimpiadi di Parigi. A tenere la porta aperta è stato lo stesso giocatore dei New York Knicks in un’intervista rilasciata al NYPost. DiVincenzo ha affermato che gli piacerebbe fare parte della squadra che proverà a strappare la qualificazione nel Preolimpico che la squadra di Pozzecco disputerà a Porto Rico. Ora la palla passa alla federazione che dovrà velocizzare le pratiche burocratiche.

“Mi piacerebbe esserci, non so se logisticamente sarà possibile ma se tutto andrà per il meglio ci sarò”. Con queste parole Donte DiVincenzo ha espresso nuovamente il suo desiderio di giocare per l’Italia. Il giocatore dei Knicks ha parlato di questo suo desiderio con la sua famiglia, sottolineando la speranza di indossare i colori della nazione che ha dato i natali a suo nonno paterno. Non è la prima volta che l’ex giocatore di Villanova ribadisce questo concetto, espresso anche durante delle interviste con il Corriere dello Sport.

La presenza di DiVincenzo al Preolimpico dipenderà da svariati fattori. Il principale, ovviamente, è la conclusione delle pratiche per la consegna della cittadinanza italiana al giocatore, processo già iniziato tempo fa ma non ancora concluso. Sicuramente un intervento della federazione sarà necessario se Pozzecco vorrà avere a disposizione il nativo di Newark. Oltre a questo ci sarà da considerare quanta strada faranno nei playoffs NBA i New York Knicks. La squadra di Thibodeau è al momento quarta nella Eastern Conference con molte speranze di andare avanti nella stagione e il Preolimpico inizia solo due settimane dopo il termine della stagione NBA.

Vedremo se la federazione rilascerà qualche commento dopo questa intervista e se deciderà di accelerare il processo di naturalizzazione. Già una volta, infatti, le due parti sono sembrate vicine ma poi la federazione ha preferito cercare di portare Paolo Banchero con la maglia azzurra, salvo poi ricevere un rifiuto dal giocatore dei Magic. Ricordiamo che nei tornei FIBA le nazionali possono schierare un solo naturalizzato. La presenza di DiVincenzo sarebbe un fattore di rilievo per il nostro reparto esterni, soprattutto in questa stagione nella quale l’ex Bucks ha fatto il definitivo salto di qualità segnando le migliori statistiche della sua carriera, sfiorando i 14 punti di media.

You may also like

Lascia un commento