Home NBA, National Basketball AssociationNBA Passion App Letali in attacco, work in progress in difesa

Letali in attacco, work in progress in difesa

di Ambrogio Ietto
Fort Alamo Spurs

Le prime 5 partite di Regular Season sono ormai alle spalle e i San Antonio Spurs hanno iniziato alla grande con un ottimo record di 4-1. La squadra, ancora orfana di Danny Green ( infortunato), ha vinto contro Golden State, Sacramento e Miami, perdendo solo in casa contro dei quanto mai efficaci Utah Jazz.

Aspetti positivi

Fort Alamo Spurs

Fort Alamo Spurs

La squadra √® tutto sommato rimasta quella dell’anno scorso e ci√≤ ha permesso agli Spurs di partire subito bene senza quei periodi di “adattamento ” necessari a chi ha cambiato molto in off-season ( vedi GSW ). La circolazione di palla √® stata di ottima qualit√† e l’attacco nero-argento √® sembrato¬†preciso e molto efficiente. La squadra,infatti, ¬†sta tirando con ottime percentuali ( 45 % da 2, 42 % da 3 ), posizionandosi anche al primo posto per la percentuale di realizzazione di tiri liberi ( 86 %). I nuovi acquisti ( Gasol e Lee su tutti ) si stanno integrando a pieno nel sistema Spurs e mostrano miglioramenti offensivi di partita in partita. Soprattutto Pau, dopo una partita mediocre all’Oracle Arena contro Golden State, sta iniziando a confermare quanto si diceva in merito al ¬†suo impatto offensivo sulla squadra e con Aldridge sembra trovarsi alla perfezione. Curioso, ma non troppo, il fatto che in queste prime 5 partite gli Spurs siano al 21esimo posto nella classifica degli assist, il che sta indicare il maggior peso offensivo e il maggior numero di isolamenti presi da Leonard ed Aldridge. In particolar modo il primo √® apparso in una forma smagliante ( formato MVP ?) e sta collezionando numeri incredibili (28 Pts, 4.2 Reb, 3.8 Ast) che hanno aiutato non poco gli Spurs a vincere queste prime 4 partite.

Aspetti negativi

Se fino ad ora abbiamo lodato la fase offensiva brillante degli Spurs, non si pu√≤ dire lo stesso per quanto fatto nella met√† campo difensiva. La squadra sembra avere, purtroppo, i limiti difensivi che si immaginavano ad inizio stagione, sia a livello individuale che collettivo. Gasol si sta integrando discretamente a livello offensivo ma a livello difensivo sta avendo notevoli difficolt√†. La sua poca fisicit√† unita ad una scarsa capacit√† di lettura lo rende il vero punto debole di questo inizio di stagione. Il sistema “ideato ” da coach Popovich prevede continui aiuti dal lato debole che puntualmente Pau non sta riuscendo a fare, mettendo in crisi l’intero assetto difensivo, in particolar modo il suo ” compagno di reparto ” Aldridge. Proprio l’ex Blazers, difensore buono ma non eccezionale, proprio a causa del poco aiuto di Gasol sta soffrendo pi√Ļ del dovuto, i lunghi avversari, sopratutto quelli dotati di un buon tiro dal mid-range. Naturalmente le difficolt√† difensive degli Spurs non possono e non devono essere ricollegate al solo “povero” Gasol, in quanto tutta la squadra √® sembrata in costante difficolt√†. L’unica ( per ora ) sconfitta stagionale contro Utah √® stata proprio il frutto di un pessimo atteggiamento difensivo. La franchigia di Salt Lake City ha tirato con percentuali pazzesche soprattutto nel primo e nell’ultimo quarto, nei quali ha totalizzato la bellezza di 71 punti.

I San Antonio Spurs, in queste prime 5 partite, hanno dimostrato di essere, al momento, una squadra dal doppio volto : letali e precisi in attacco, deboli e poco attenti in difensiva. 

You may also like

Lascia un commento