Chris Paul-Harden rapporto "irrecuperabile": CP3 chiede la trade?
141294
post-template-default,single,single-post,postid-141294,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Chris Paul-Harden rapporto “irrecuperabile”: CP3 chiede la trade?

mike d'antoni rockets

Chris Paul-Harden rapporto “irrecuperabile”: CP3 chiede la trade?

Chris Paul-Harden rapporti ormai irrecuperabili, situazione fuori controllo a Houston. Come riportato da Vincent Goodwil per Yahoo Sports, alcune fonti darebbero per spacciato il rapporto tra Chris Paul e James Harden.

Il sottile e delicato equilibrio che si era formato tra i due sarebbe arrivato ad un punto definibile come “irrecuperabile“. Sempre secondo le fonti, Paul avrebbe richiesto uno scambio al front office dei texani in seguito ad un’affermazione di Harden del tipo “o io o lui”, dopo l’eliminazione dagli ultimi playoffs.

Chris Paul-Harden cosa succederà oggi?

Sembrerebbe che i due, per un tratto della stagione lungo due mesi, non si siano rivolti la parola, creando un clima pessimo. Lo spogliatoio sarebbe stato segnato da dispetti e scortesie reciproche tra i due, che avrebbero influenzato anche l’umore di tutti i compagni.

Secondo quanto riportato, Paul avrebbe cercato di ristabilire un contatto con Harden in queste settimane di off-season, senza successo.

“Non c’è rispetto da nessuna delle due parti. Devono semplicemente allontanarsi. Paul non accetta il livello di Harden nella lega attuale, che a sua volta non vuole riconoscere quanto fatto negli anni dal compagno.” Ha affermato la fonte di Yahoo, che ha poi continuato tuonando: Non c’è soluzione.”

Ora i Rockets si troveranno con una situazione spinosa tra le mani. Il contratto della loro point-guard è molto pesante: circa 40 milioni di dollari a stagione fino al 2022. Non sarà facile trovare una squadra disposta a sacrificare assetti importanti in cambio di un contratto così gravoso, di un giocatore che per di più ha già ben 34 anni. Starà al GM Daryl Morey, che già nelle settimane scorse aveva dichiarato cedibile l’intero roster dei suoi, riuscire a strappare un’operazione decorosa, che non consegni il suo numero 3 ad un’altra franchigia in cambio di poco o nulla.

Intanto, mentre CP3 si dichiarava estraneo e all’oscuro dei fatti su Instagram, erano iniziati a circolare rumors riguardo un possibile accordo a tre squadre con Boston Celtics e Minnesota Timberwolves. Come riportato, i giocatori coinvolti sarebbero, oltre a Paul, Gordon Hayward e Andrew Wiggins.

Daryl Morey ha però voluto mettere immediatamente un freno alla questione, smentendo ogni voce riguardo la richiesta di CP3, che a detta sua rimarrà saldamente ai Rockets. Si proverà a ricostruire il rapporto?

Lorenzo Brancati
lolbra99@gmail.com

Malato di sport a 360 gradi. Seguo e faccio finta di capire di diversi sport, dal basket al calcio, fino ai motori, passando per il football americano e il baseball. Mi piace leggere e provare a scrivere farneticazioni a riguardo. Aspettando Godot, mi diverto a giocare con le parole e la palla a spicchi.

No Comments

Post A Comment