fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Clippers Clippers: suggestione Kyle Lowry sul mercato, a partire sarebbe Lou Williams

Clippers: suggestione Kyle Lowry sul mercato, a partire sarebbe Lou Williams

di Michele Gibin

La mancanza di playmaking è un difetto storico dei Los Angeles Clippers a trazione Kawhi Leonard-Paul George, e difetto che il front office cercherà di correggere sul mercato finché sarà possibile, entro la trade deadline del prossimo 25 marzo per arrivare al giocatore giusto.

Lo scorso anno da mercato dei buyout arrivò Reggie Jackson, ripiego che finì suo malgrado nel “poster” per il buzzer beater di Luka Doncic in gara 4 del primo turno di playoffs 2020. L’ex Pistons ha però trovato ancora fiducia ai Clippers e sta producendo una buona stagione anche coprendo l’assenza di Pat Beverley per infortunio.

Jackson non può però essere una risposta a lungo termine. Uno dei potenziali obiettivi di mercato dei Clippers, Derrick Rose, ha scelto di tornare da coach Tom Thibodeau a New York e di point guard di alto livello sul trade market non se ne vedono molte altre.

Un giocatore su cui varrà però la pena concentrarsi è Kyle Lowry, bandiera dei Toronto Raptors.

Clippers, sul mercato l’idea Lou Williams-Kyle Lowry

Lowry è in scadenza di contratto a fine stagione, dei suoi rapporti con Kawhi Lenoard e Serge Ibaka basta citare il titolo NBA 2019 vinto ai Raptors, e per i Los Angeles Clippers sarebbe possibile arrivarvi via trade.

Come? I Clippers hanno un giocatore che, da colonna della panchina e star a suo modo che è stata, oggi è chiuso dal duo George-Leonard e cui coach Tyronn Lue preferisce spesso il più giovane e fisicato Luke Kennard, ovvero il tre volte sesto uomo dell’anno Lou Williams.

In questa stagione Williams sta viaggiando a soli 11 punti a partita in 20.8 minuti, cifre al minimo dal lontanissimo 2007\08. Se il poco utilizzo è in parte spiegabile con la volontà di presevare il 34enne ex Sixers e Rockets, con Kennard e col rientro di Pat Beverley lo spazio per Lou Williams si è comunque ridotto. Williams non ha inoltre più in squadra il suo partner ideale di pick and roll Montrezl Harrell, e anche la sua efficacioa offensiva si è abbassata.

Se i Clippers puntassero a Kyle Lowry via trade, Lou williams sarebbe al centro del pacchetto. Williams ha già indossato la maglia dei Raptors nel 2014\15 e sarà free agent a fine stagione. Lawrence Frank, presidente degli LA Clippers, avrebbe ovviamente bisogno di aggiungere altri giocatori all’offerta per il contratto di Lowry (30 milioni di dollari) e questo significherebbe privarsi di almeno uno tra Beverley e Ivica Zubac.

lou williams kyle lowry
Kyle Lowry e Kawhi Leonard

Se per Beverley sarebbe quasi logico finire in una trade siffatta, privarsi di Zubac per i Clippers sarebbe più complicato. L’ex Lakers è l’unico centro di ruolo in squadra, in un reparto non profondo con Marcus Morris, Serge Ibaka e il secondo anno Mfiondu Kabengele, davanti al vecchio Patrick Patterson. I Clippers potrebbero però manovare per arrivare, via trade o tramite buyout, a un giocatore come JaVale McGee per coprire il buco causato dalla partenza eventuale di Ivica Zubac.

Movimenti importanti, che però potrebbero valere la pena per un All-Star come Kyle Lowry che renderebbe l’attacco dei Los Angeles Clippers ancora più pericoloso. Lowry, in scadenza, potrebbe poi decidere di restare ai Clippers e giocarsi le ultime chance di un secondo titolo NBA in un carriera da hall of fame.

In questa stagione, Kyle Lowry sta viaggiando a oltre 17 punti di media con il 38% al tiro da tre punti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi