Charlotte Hornets alla ricerca "disperata" di acquirenti per Nicolas Batum
128252
post-template-default,single,single-post,postid-128252,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Gli Charlotte Hornets in cerca di acquirenti per Nicolas Batum e Frank Kaminsky

Nicolas Batum infortunio

Gli Charlotte Hornets in cerca di acquirenti per Nicolas Batum e Frank Kaminsky

Gli Charlotte Hornets sarebbero “disperatamente” cercando di muovere il pesante contratto dell’ala francese Nicolas Batum, come riportato da Sean Deveny di Sporting News.

ll front office degli Hornets, guidato dal neo-General Manager e Presidente Mitch Kupchak, starebbe pensando ad un pacchetto incentrato su Batum e sul lungo da Wisconsin Frank Kaminsky.

Nicolas Batum è attualmente al terzo anno di un quinquennale da 120 milini di dollari complessivi, che prevede una player option sull’ultimo anno (2020\21). Kaminsky diventerà invece free agent al termine della stagione.

Giunto alla sua ottava stagione NBA, Batum sta vivendo una stagione sottotono. Gli 8.8 punti a partita rappresentano il minimo in carriera dalla stagione 2008\09, la prima oltreoceano. Minutaggio, usage percentage, assist a partita e percentuale ai tiri liberi sono ai minimi dalla stagione 2012\13, giocata con la maglia dei Portland Trail Blazers.

Numeri che stonano, se rapportati al tipo di contratto. Sin dal suo ingresso nella NBA (25esima prima scelta ssoluta al draft NBA 2008 dei Portland Trail Blazers, via Houston Rockets), Batum si è sempre distinto quale giocatore versatile, buon difensore e discreto tiratore dalla lunga distanza (35.6% in carriera, 40.2% nella stagione in corso).

Frank Kaminsky, ala-centro al quarto anno, ha faticato in questa stagione a ritagliarsi il proprio spazio nelle rotazioni di coach James Borrego. La crescita di Willy Hernangomez e del rookie Miles Bridges ha tolto minuti ad un giocatore che nella stagione 2017\18 aveva viaggiato a 11.1 punti e 3.6 rimbazli a gara, in circa 23 primi di gioco.

Sean Deveney riporta come nel 2015, in sede di draft, Michael Jordan – proprietario degli Charlotte Hornets – avesse rispedito al mittente un’offerta dei Boston Celtics per i diritti di scelta su Kaminsky, incentrata sulle scelte numero 15 e 16 dello stesso draft (Kelly Oubre Jr e Terry Rozier) ed una futura prima scelta (Boston avrebbe poi selezionato Jaylen Brown l’anno seguente).

Gli Charlotte Hornets sono al momento titolari di uno dei payroll più pesanti dell’intera NBA. Giocatori come Batum, Marvin Williams, Bismarck Biyombo e Cody Zeller saranno a libro paga in questa stagione per oltre 70 miloni di dollari. La star della squadra Kemba Walker e la guardia Jeremy Lamb diverranno free agent a partire dal prossimo 1 luglio.

L’infortunio del centro titolare Cody Zeller (frattura della mano destra e stop di 4-6 settimane per l’ex Indiana Hoosiers) potrebbe aprire spazi per Kamimsky, dando l’opportuntà al GM Mitch Kupchak di mettere in mostra il prodotto di Wisconsin ed ex Baskteball Player of the Year (2015).

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment