76ers, scontro tra Jimmy Butler e Brett Brown, l’attacco al centro della questione

Butler infortunio

Philadelphia 76ers, Jimmy Butler si scontra con coach Brett Brown, mettendo in discussione il proprio ruolo nel sistema offensivo della squadra.

La notizia è riportata da Adrian Wojnarowski, che cita fonti della lega. Secondo Wojnarowski, Butler avrebbe chiaramente espresso il proprio disappunto ed il proprio punto vista nei confronti di coach Brown durante una sessione video a Portland, a seguito di una pesante sconfitta (129-95) risalente alla scorsa domenica 30 dicembre.

Secondo alcuni presenti, Jimmy Butler avrebbe “mostrato scarso rispetto” per il proprio allenatore durante le sue esternazioni. Fonti riportano come Brown non abbia dato peso al tono diretto di Butler, riconducendo l’episodio ad un normale confronto tra giocatore e staff tecnico.

Butler, 30 anni, è arrivato a Philadelphia lo scorso 10 novembre, a seguito di una trade che ha coinvolto Dario Saric e Robert Convington, e che ha chiuso una lunga querelle in casa Minnesota Timberwolves tra l’ex Chicago Bulls, coach Tom Thibodeau e la proprietà della squadra.

Jimmy Butler-Brett Brown, il ruolo di Butler motivo dello scontro?

 

I Philadelphia 76ers (25-14) sono titolari di un record di 14-8 dal giorno della trade. Il processo di assimilazione reciproca tra Butler ed i Sixers è sinora proceduto senza scossoni, nonostante alcuni malumori riportati nei giorni scorsi da parte di Joel Embiid, e sempre riguardanti spazi e responsabilità offensive.

Fonti vicine al giocatore, e riportate da ESPN, parlano di un Jimmy Butler desideroso di essere maggiormente coinvolto in set offensivi di pick and roll ed isolamento. Situazioni alternative alla motion offense implementata da coach Brett Brown. Sempre secondo tali fonti, Butler avrebbe già avuto colloqui privati con lo stesso Brown e con il General Manager dei Sixers Elton Brand.

Jimmy Butler diventerà free agent in estate. I Philadelphia 76ers sono orientati ad offrire un’estensione contrattuale al giocatore (eleggibile per un “max contract” da 187 miloni di dollari in 5 anni).

Nelle ultime settimane, alcuni “elementi di preoccupazione” circa lo stato dei lavori a Philadelphia sarebbero emersi in seno alla squadra. A seguito della vittoria a domicilio dei suoi Sixers a L.A. contro i Clippers, Brett Brown aveva dichiarato:

La cosa che più mi preme è la crescita della squadra, la sua coesione e la capacità di avere successo come gruppo, di comunicare e coesistere. Ci stiamo lavorando, abbiamo una nuova opportunità ma bisogna lavorarci su. Non si può introdurre un giocatore come Jimmy Butler e pensare di fare le stesse cose che si facevano prima del suo arrivo. Non funziona così. Il mio lavoro consiste in questo, far crescere la squadra. Far giocare assieme questi giocatori è la sfida più grande

– Brett Brown su Jimmy Butler ed i Sixers –