fbpx
Home NBAMercato NBA JJ Redick tra Pelicans e mercato: “Non mi interessa, possiamo farcela”

JJ Redick tra Pelicans e mercato: “Non mi interessa, possiamo farcela”

di Lorenzo Brancati

La stagione vissuta fin qui dai New Orleans Pelicans è stata ben al di sotto delle aspettative, e come prevedibile si inizia già a parlare di mercato per i veterani come JJ Redick. L’ex Philadelphia 76ers era arrivato in estate come innesto d’esperienza, come anche Derrick Favors, per un roster altrimenti ricco di gioventù.

Questo insieme di ragazzi promettenti però, complice la latitanza di Zion Williamson, non è riuscito fin qui a far vedere cose positive. La posizione in classifica è ad oggi ben lontana dalla zona playoffs, ed ecco dunque i primi richiami per i giocatori più esperti verso lidi più competitivi.

Non vuole dare adito a queste voci però lo stesso Redick, che ha fiducia nei suoi, come riportato da Will Guillory:

Non do peso a quel tipo di cose. Sono concentrato e credo nei Pelicans, in questo gruppo. Penso che possiamo invertire la tendenza di questa stagione. Mi ci sto impegnando al 100%.

Il record di 6-20 maturato fin qui, la quattordicesima posizione e le 5.5 partite di distanza dall’ottavo posto non sembrano dunque preoccuparlo. L’esito dell’annata è però ancora effettivamente recuperabile, considerando che si è consumato appena un quarto della stagione regolare.

Gran parte del destino dei Pelicans passerà dal ritorno in campo della prima scelta dell’ultimo Draft, Zion. L’infortunio al ginocchio sembra non essere ancora smaltito del tutto, e la data del suo rientro è ancora da definirsi. Con ogni probabilità non vedrà il campo prima dell’anno nuovo, e questa ulteriore assenza potrebbe iniziare a compromettere le speranze post-season dei suoi. Speranza che rischia di ridursi a un sogno, qualora la quadra del cerchio non si dovesse trovare in tempi brevi.

Per Redick si tratterebbe inoltre di uno smacco unico, considerando che nella sua carriera non ha mai mancato l’appuntamento con i playoffs. Da quando, infatti, fu chiamato al Draft 2006 dagli Orlando Magic è sempre sceso in campo nella fase decisiva della stagione, per sei volte con la squadra della Florida, in un’occasione con i Milwaukee Bucks, per quattro anni con i Los Angeles Clippers e negli ultimi due proprio con i Sixers.

Sarà dunque interessante capire quale sarà il destino del veterano e della sua squadra, quando la stagione regolare entrerà nella sua fase più calda.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi