Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers Lakers, Pelinka avverte: “Il nostro lavoro non è finito con Hachimura”

Lakers, Pelinka avverte: “Il nostro lavoro non è finito con Hachimura”

di Loris Corvino
Rob Pelinka, il General Manager dei Los Angeles Lakers, ha affermato che il lavoro della dirigenza non è da considerarsi finito dopo la trade per Rui Hachimura

Rob Pelinka, il general manager dei Los Angeles Lakers, ha affermato che il lavoro della dirigenza non è da considerarsi finito dopo la trade per Rui Hachimura.

In un’intervista rilasciata prima della partita con i Clippers, persa dai Lakers per 133-115, il GM ha dichiarato che il front office continuerà a monitorare la situazione sul mercato. Tuttavia Pelinka ha anche spiegato i “paletti” che la franchigia si pone. Le famose prime scelte al draft del 2027 e 2029 sono sicuramente le armi principali dei gialloviola in eventuali scambi. Pelinka ha dunque spiegato in quali casi queste scelte potrebbero essere messe sul piatto via trade. 

Rob Pelinka: “Per i Lakers esiste vincere o non vincere, nessuna via di mezzo” 

I Los Angeles Lakers sono sicuramente la squadra più osservata in vista della trade deadline del 9 febbraio. Molti tuttavia hanno letto lo scambio che ha portato Rui Hachimura in California in cambio di Kendrick Nunn e tre future seconde scelte al draft, come un segno di resa da parte dei gialloviola. La trade ha sicuramente portato a Los Angeles un giocatore interessante e probabilmente utile alla squadra, ma nulla che possa svoltare la stagione della squadra guidata da Darvin Ham.  

Rob Pelinka tuttavia non chiude la porta ad eventuali ulteriori movimenti di mercato. Queste le sue parole:

Abbiamo ritenuto fosse un’opportunità per noi [la trade di Hachimura ndr.] per soddisfare un’esigenza in un mercato molto lento. Ciò non significa che il nostro lavoro sia finito. Continueremo a monitorare la situazione con le altre 29 squadre. 

E parlando di quali trade i Lakers potrebbero perseguire il GM dei gialloviola è stato molto chiaro:

Il calcolo da fare per i Lakers è vincere o meno un campionato. Non c’è nessuna via di mezzo o crescita incrementale. Quindi mentre analizziamo le opportunità dobbiamo farlo attraverso questa lente. 

Riaffermata dunque la linea già da tempo scelta dal front office dei losangelini. Le prime scelte al draft 2027 e 2029 verranno utilizzate solo per trade che possano realmente riportare i Lakers a competere ai massimi livelli. Per questo motivo è ormai abbastanza improbabile, anche se non impossibile, uno scambio che coinvolga Russell Westbrook, vista la difficoltà di ottenere qualcosa di importante da uno scambio che non includa anche le prime scelte future. 

You may also like

Lascia un commento