fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers I Lakers promuovono Rob Pelinka a vice presidente della squadra

I Lakers promuovono Rob Pelinka a vice presidente della squadra

di Michele Gibin

Con i Los Angeles Lakers giunti anche senza Anthony Davis alla settima vittoria consecutiva, la famiglia Buss promuove il general manager Rob Pelinka al doppio incarico di gm e vice-president of basketball operations, con un’estensione di contratto pluriennale.

Pelinka, ex agente di – tra gli altri – Kobe Bryant – ricopriva de facto la carica di capo del front office dei Lakers dallo scorso aprile, quando Magic Johnson, allora presidente della squadra, si dimise con una conferenza stampa di fine stagione improvvisata. Rob Pelinka era al secondo anno di un contatto quinquennale.

Dopo l’uscita di scena di Magic Johnson, Pelinka ha portato a termine l’operazione Antony Davis, sfumata nel febbraio 2019, e completato il roster della squadra oggi prima nella Western Conference con le firma dei veterani Danny Green, Dwight Howard, Avery Bradley, e con le conferme di Rajon Rondo, JaValeMcGee e Kentavious Caldwell-Pope.

Dopo le trattative fallite tra i Lakers e coach Tyronn Lue, Pelinka avrebbe poi virato su Frank Vogel, ex allenatore di Indiana Pacers e Orlando Magic, affiancato quindi in panchina da uno staff che comprende Jason Kidd e Lionel Hollins. “Siamo contenti per lui” Così coach Vogel “Quando si assunse la guida della squadra era sotto il fuoco di tutti, spesso senza motivi. E nonostante tutto, (Pelinka, ndr) ha portato a termine il suo lavoro e preso decisioni importanti (…) ha costruito un grande roster ed un grande staff tecnico e non solo. Il nostro rapporto d lavoro è ottimo, collaboriamo, ci scambiamo spesso impressioni e ci ascoltiamo. E siamo partiti benissimo“.

Nell’estate 2019, un articolo di Baxter Holmes di ESPN descrisse, con ampio dispiego di fonti interne anonime, il clima di “terrore” che Magic Johnson avrebbe instaurato negli uffici dei Los Angeles Lakers durante i suoi quasi due anni di permanenza. Magic ribatté alle critiche chiamando in causa Pelinka, a suo dire tra le fonti anonime e reo di averlo “pugnalato alla schiena” sia quando ancora in carica, che successivamente.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi