Home NBA, National Basketball AssociationMercato NBA, ultime notizie su scambi e trattative Sixers, Ben Simmons out fino a fine stagione senza trade a febbraio?

Sixers, Ben Simmons out fino a fine stagione senza trade a febbraio?

di Dennis Izzo
Simmons

Prosegue la telenovela Ben Simmons, ormai da tempo ai ferri corti con i Philadelphia Sixers e destinato a cambiare squadra. La prima scelta assoluta al draft 2016, che ha debuttato in NBA soltanto nel 2017, non è ancora sceso in campo in questa stagione e difficilmente lo farà, a meno che non cambi squadra entro febbraio.

Stavolta, infatti, i problemi fisici non c’entrano. Simmons ha da tempo preso la decisione di lasciare Philly e ricominciare a giocare altrove. Philadelphia, dal canto suo, non si è opposta, ma non ha fretta e ha ben pochi ostacoli da scalare per liberarsi di lui senza rimetterci troppo.

Classe ‘96, Simmons è reduce dalla peggior stagione della sua breve carriera (quattro anni in NBA), con medie di 14.3 punti, 7.2 rimbalzi, 6.9 assist e 1.6 recuperi col 56% al tiro in 58 partite ed ha ancora tre anni e mezzo di contratto a poco più di 140 milioni con i Sixers, in virtù dell’estensione quinquennale da 169.6 milioni di dollari firmata nel 2019.

Sembra passata una vita dalla firma di quell’accordo: offseason 2019, stagione 2019-2020 e Simmons pronto a recitare un ruolo di primo piano coi giovani e talentuosi Sixers, al fianco di Joel Embiid. Dopo appena due anni, l’era di Simmons in Pennsylvania è giunta al capolinea senza particolari momenti memorabili, ma al momento l’australiano, di fatto, è ancora un giocatore dei Sixers

Simmons via alla trade deadline o resta? Phila vuole inserire Harris nella trade

Simmons, inoltre, ha fatto sapere di essere disposto ad accettare di restare lontano dal parquet per tutta la stagione attualmente in corso, con la speranza che nella prossima offseason i Sixers individuino la trade giusta per lasciarlo andare altrove. Nonostante ciò, resta concreta la possibilità che la situazione si sblocchi prima della trade deadline del prossimo 10 febbraio: un’ipotesi tutt’altro che semplice, certo, ma non impossibile.

Sin qui, nessuna squadra potenzialmente interessata ha soddisfatto tutte le richieste dei Sixers. Recentemente si era parlato del possibile approdo di Simmons ai Sacramento Kings, disposti ad accollarsi anche il pesantissimo contratto di Tobias Harris, che guadagnerà 115.4 milioni fino al 2024, per far sì che l’operazione vada in porto.

La trattativa non è mai nata del tutto, con la discussione tra Sacramento e Philadelphia che si è limitata a una “conversazione esplorativa” e nulla più. Insomma, l’ultimo capitolo della telenovela Simmons è ben lontano dalla conclusione, ma qualcosa potrebbe muoversi nelle prossime settimane.

Nel frattempo, Philadelphia sta vivendo una stagione di alti e bassi ed è attualmente sesta a Ovest (25-18), trascinata dalle prodezze di Joel Embiid (27.3 punti, 10.5 rimbalzi e 1.3 stoppate col 48% dal campo e il 38% da dietro l’arco). Il primo posto, occupato dai Chicago Bulls (27-15) non è molto lontano, ma la continuità di risultati non è il piatto forte in casa Sixers (17 vittorie e 16 sconfitte nelle ultime 33 partite). 

You may also like

Lascia un commento