Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMilwaukee Bucks NBA, corsa all’MVP: Embiid battuto da Giannis ma resta favorito

NBA, corsa all’MVP: Embiid battuto da Giannis ma resta favorito

di Alessio Marostica

Al Fiserv Forum i Milwaukee Bucks passano sui Philadelphia 76ers per 117-104 e consolidano il primo posto nella Eastern Conference. La sfida uno contro uno tra Giannis Antetokounmpo e Joel Embiid la vince il greco con una prestazione stellare da 33 punti, 14 rimbalzi, 6 assist e 3 stoppate.

Questo potrebbe cambiare qualcosa anche nella corsa al premio di MVP. Grazie a questa prestazione i Bucks vincono la loro 56esima partita diventando la squadra con il maggior numero di vittorie stagionali.

La corsa al titolo di MVP

Con il primo posto (quasi) assicurato ai Bucks, Giannis Antetokounmpo si candida per essere il terzo miglior giocatore della lega in questa stagione. Nelle 62 partite giocate, il greco sta mantenendo una media di 31.1 punti (record in carriera), 11.8 rimbalzi e 5.6 assist.

Per coach Budenholzer meriterebbe una maggiore considerazione nella corsa al premio: “Per noi meriterebbe il premio. È il miglior giocatore, abbiamo il miglior record ed è decisivo su entrambi i lati del campo. È in grado di stoppare, difendere, prendere i rimbalzi e attaccare. Per noi dovrebbe vincere lui“. Il giocatore, lusingato dalle parole al miele del proprio allenatore, mette la squadra al centro: “Ero molto contento quando ho vinto i miei due MVP. Sono contento di essere considerato ancora ma preferisco aiutare la mia squadra. Cerco sempre di dare il massimo per aiutare i miei compagni“.

La stagione sta volgendo al termine e non manca molto alla decisione finale sul premio di MVP. Se nel gradino più basso del podio sembra esserci Antetokounmpo, la corsa al titolo di MVP sembra essere una cosa a due. Secondo l’ultimo sondaggio informale di ESPN il premio dovrebbe andare a Joel Embiid per appena due punti. La stagione del giocatore dei 76ers è senza ombra di dubbio la migliore da quando gioca nella lega con una media di 33 punti (54% di efficienza), 10.2 rimbalzi e 4.2 assist e terzo posto dei Philadelphia 76ers.

Nonostante questi numeri, però, Nikola Jokic potrebbe vincere (meritatamente) il terzo MVP consecutivo. Il serbo viaggia con una tripla doppia di media (24.9 punti, 11.9 rimbalzi e 9.9 assist) ed è determinante per i Denver Nuggets, prima a ovest. Senza avere attorno a sé un supporting cast d’eccellenza, quando Jokic è in campo i Nuggets hanno un offensive rating di 120.4 mentre quando è fuori segnano solamente 107.7 punti ogni 100 possessi. I limiti difensivi ci sono, però, con lui fuori dal campo i Nuggets subiscono appena 2 punti ogni 100 possessi (115.2 con Jokic contro 113.3 senza Jokic).

Una sfida tra titani che avrà solo un vincitore. Lo scorso 28 marzo poteva andare in onda lo scontro finale, il faccia a faccia tra i due che poteva dare un’idea sulla vittoria finale ma, sfortunatamente, Embiid ha saltato la gara per infortunio. Per nostra fortuna manca poco alla fine della regular season e, quindi, avremo anche il verdetto finale.

You may also like

Lascia un commento