fbpx

La notte del Draft dei Boston Celtics

di Gabriele Arico

Si è conclusa la notte del Draft NBA 2019. Notte con qualche sorpresa, ma non nelle primissime scelte, con Zion Williamson finito ai Pelicans, Ja Morant ai Grizzlies e RJ Barrett ai Knicks. I Boston Celtics, con un futuro tutto da scrivere date le situazioni contrattuali poco chiare di Al Horford e Kyrie Irving, hanno ottenuto alla 14 Romeo Langford, alla 22 Grant Williams, alla 33 Carsen Edwards e alla 51 Tremont Waters. Le dichiarazioni di Danny Ainge non hanno fornito molte indicazioni riguardo il comportamento dei Celtics durante la Free Agency e in generale sul mercato, ma intanto scopriamo i giocatori scelti da Boston.

Le pick del 1º round dei Celtics

Romeo Langford è il pezzo forte del Draft dei Celtics. Da Indiana, alto 1,98, è una guardia molto talentuosa. Giocatore di personalità anche se silenzioso, è bravo in entrambi i lati del campo e sfrutta al meglio le sue doti fisiche. In caso di addio di Irving, Langford può essere usato come riserva di Rozier, è così Boston rimarrebbe coperta in quel ruolo nonostante l’ormai molto probabile addio di Kyrie.

Grant Williams viene dai Tennessee Volunteers, è alto 2.01 metri e ha il ruolo di ala grande. Nell’ultimo anno ha avuto una media di quasi 19 punti e 8 rimbalzi per partita, e anche lui potrebbe (ovviamente solo a livello numerico) rimpiazzare il probabile addio di Al Horford, in quello che sembra sempre più un re-building che i Celtics stanno attuando.

Carsen Edwards viene da Purdue, classe 1998, alto 1,85 metri. È anche lui una guardia, da far crescere pian piano. Evidentemente non potrà avere con dall’inizio molto spazio, ma il potenziale c’e.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi