fbpx
Home NBANBA TeamsIndiana Pacers Indiana Pacers, tre punti cardine: Bogdanovic, la salute di Oladipo, e Goga Bitadze

Indiana Pacers, tre punti cardine: Bogdanovic, la salute di Oladipo, e Goga Bitadze

di Michele Gibin

Bogdan Bogdanovic, la salute di Victor Oladipo e Goga Bitazde, tre i punti cardine in vista della stagione 2019\20 per gli Indiana Pacers.

L’infortunio della star Oladipo aveva privato i Pacers della prima opzione offensiva della squadra, ma non della sua anima, mentre gli uomini di coach Nate McMillan riuscivano a issarsi a quota 48 vittorie in stagione d a lottare sino all’ultimo con i Boston Celtics per la quarta piazza nella Eastern Conference.

Ai playoffs, l’assenza di “Vic” ha pesato come un macigno sugli Indiana Pacers, incapaci per lunghi tratti delle quattro sconfitte subite contro dei Celtics tutt’altro che brillanti di anche solo generare un buon tiro.

A stagione conclusa, la situazione salariale dei Pacers è davvero delicata. Thaddeus Young, Darren Collison, Corey Joseph, Wesley Matthews e Bogdanovic sono in scadenza di contratto, i punti fermi della squadra rimangono Myles Turner (la cui estensione contrattuale da 80 milioni di dollari complessivi scatterà dalla prossima stagione) e Domantas Sabonis, coppia giovane e talentuosa, ma poco assortita, in attesa del ritorno di Oladipo.

Speriamo che Victor Oladipo possa essere di nuovo in campo per dicembreCosì il general manager degli Indiana Pacers Kevin PritchardAl momento però, stabilire una tabella di marcia non è ancora possibile“. In attesa che il mercato dei free agent porti rinforzi in un reparto guardie sguarnito (a partire dal prossimo 30 giugno, senza rinnovi dell’ultim’ora, il solo Aaron Holiday sarà sotto contratto), la squadra ha dato il suo benvenuto a due facce nuove: T.J. Warren da i Phoenix Suns ed il rookie Goga Bitadze.

Indiana Pacers, il gm Pritchard: “Goga Bitadze già da NBA, vogliamo continuare a vincere”

Warren è arrivato ad Indiana tramite trade la notte del draft assieme alla scelta numero 32 (Chikezie Okpala da Stanford, ceduto poi ai Miami Heat), sostanzialmente acquistato dai Pacers in una mossa che ha permesso ai Suns di scaricare i 44 milioni di dollari in 3 anni ancora previsti per il giocatore.

L’arrivo del 25enne Warren segnerà con ogni probabilità l’addio per il pariruolo Thaddeus Young. Il georgiano Bitadze, stellina del Buducnost e “rising star” dell’Eurolega 2019, è divenuto celebre in America per la foto virale che lo ritraeva abbandonato a sé stesso, mentre tutto l’interesse di cronisti e reporter si concentrava su Zion Williamson, seduto pochi metri più a destra durante la conferenza stampa pre draft.

Il 20enne Goga Bitadze sarà parte della squadra 2019\20: “Di tutti i giocatori che abbiamo scelto negli ultimi anni” prosegue Pritchard “(Bitadze, ndr) è forse già oggi più pronto per giocare nella NBA, più completo rispetto ad un giocatore di college“.

Sul mercato dei free agent, tutta l’attenzione dei Pacers sarà probabilmente su Ricky Rubio, sostituto ideale di Darren Collison ed in uscita da Utah dopo l’arrivo di Mike Conley. La priorità estiva per Indiana rimane però la riconferma di Bogdan Bogdanovic, il miglior giocatore della squadra nella scorsa stagione: “Abbiamo parecchi buchi da tappare, ed abbiamo tanto spazio per chiuderli, dal 1 luglio (30 giugno, ndr) si inizierà a fare sul serio, dovremo rimboccarci le maniche. Vogliamo rimanere dove siamo, siamo una buona squadra senza bisogno di ricostruire o ripartire dai giovani, vogliamo continuare a vincere“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi