fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsChicago Bulls I Chicago Bulls cercano un nuovo GM, Karnisovas e Webster i nomi più pregiati in lista

I Chicago Bulls cercano un nuovo GM, Karnisovas e Webster i nomi più pregiati in lista

di Giovanni Oriolo

La NBA giocata è ferma, causa coronavirus, ma le franchigie non si fermano. È notizia dell’ultimo minuto che i Chicago Bulls sono ufficialmente alla ricerca di un nuovo GM, e stando sempre a quanto riportato da Adrian Wojnarowksi di ESPN, il team dell’Illinois ha già chiesto il permesso di parlare con il direttore generale dei Denver Nuggets Arturas Karnisovas, e con e il GM dei Toronto Raptors  Bobby Webster.

Vicina la fine della storia tra Forman e Bulls, Paxson rimane

Già qualche mese fa la proprietà dei Bulls aveva reso noto l’idea di porre delle modifiche alla coppia del front office composta da John Paxson e Gar Forman. Soprattutto quest’ultimo sembrava già allora seriamente in bilico, e ora è ufficiale l’inizio della ricerca di un nuovo GM per sostituire Forman. Invece, diverse voci sostengono che Paxson possa continuare ad avere un ruolo consultivo all’interno della franchigia.

La squadra di Chicago ha in programma di parlare con diversi candidati al ruolo di GM prima di prendere una scelta definitiva, sfruttando così questo periodo di pausa a causato della pandemia in corso. Per questo motivo non ci si aspetta alcuna ufficialità a breve. Le interviste inizieranno la prossima settimana e si terranno via telematica. Paxson fu assunto come GM dei Bulls nel 2003 per sostituire l’Hall of Famer Jerry Krause. Quando Paxson fu poi promosso a vicepresidente esecutivo nel 2009,  fu Gar Forman a occupare il ruolo di general manager. Dopo ben 11 anni sembra essere arrivata la fine dell’esperienza di Forman nell’Illinois.

Arturas Karnisovas e Bobby Webster i nomi più altisonanti tra i candidati al ruolo di GM dei Bulls

Karnisovas è attualmente nel front office dei Nuggets e, insieme a Tim Connelly, è uno dei principali responsabili della crescita della franchigia del Colorado negli ultimi anni. Fu proprio il lituano a scegliere le due stelle, Nikola Jokic e Jamal Murray, nei rispettivi draft. Karnisovas, da giocatore, ha vestito le maglie della Fortitudo Bologna e Barcellona, in nazionale ha vinto due volte il bronzo olimpico (1992 e 1996) e un argento europeo (1995). Nel post carriera ha lavorato 5 anni come scout per gli Houston Rockets e nell’ufficio della lega a New York.

Webster è diventato GM dei Toronto Raptors nel 2017, quando Masai Ujiri è diventato president of basketball operations della franchigia canadese. Webster è stato un uomo chiave per l’ascesa della scorsa stagione dei Raptors, per la trade che ha portato Kawhi Leonard a Toronto e per la vittoria dell’anello. La prima mossa da gm di Webster fu scegliere l’attuale All-Star e stella della squadra Pascal Siakam con la scelta numero 23. Ad aumentare la sua fama di scopritore di talenti ci sono le scelte di firmare degli “undrafted”, poi rivelati ottimi giocatori come Fred Van Vleet o Terrence Davis. Webster è entrato ufficialmente nel front office dei Raptors nel 2013, dopo aver lavorato negli ffici della NBA a New York per sette anni.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi