fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsLos Angeles Lakers LeBron e i Lakers battono Indiana, James: “La sfida per me qui è far crescere i nostri giovani”

LeBron e i Lakers battono Indiana, James: “La sfida per me qui è far crescere i nostri giovani”

di Michele Gibin

Lakers-Pacers, LeBron è incontenibile ed L.A. reagisce alla disfatta di Denver.

I Los Angeles Lakers battono gli Indiana Pacers privi di Victor Oladipo (sesta assenza cosecutiva per Vic, problema al ginocchio destro per lui) per 104-96 allo Staples Center di Los Angeles.

I padroni di casa trascinati da un LeBron James mostruoso, autore di 38 punti, 9 rimbalzi, 7 assist, 2 recuperi e 15 su 27 al tiro, in 38 minuti di gioco.

La novità in casa Lakers (12-9), ancora privi di Rajon Rondo ma con Lonzo Ball (non seria la storta alla caviglia rimediata in Colorado), è la difesa. L’attitudine difensiva smarrita nelle ultime uscite per gli uomini di coach Luke Walton ricompare tra le mura amiche dello Staples, sin dalla palla a due.

Il primo quarto si chiude sul 38-15 per L.A. Per i Pacers (13-9) è quasi impossibile trovare punti facili sotto canestro (4 le stoppate a fine gara di Javale MgGee, 3 per Brandon Ingram, 2 a testa per Tyson Chandler e Lonzo Ball), i Lakers scrivono 11 assist e 7 stoppate nei primi 12 minuti, e toccano il massimo vantaggio (+23) ad inizio secondo quarto.

Dopo il manrovescio iniziale però gli Indiana Pacers si ricompattano con l’ingresso in campo di Domantas Sabonis e Doug McDermott. Guidati dal figlio del grande Arvidas, i Pacers si rifanno sotto e chiudono il primo tempo sul -6 (56-50, 35-18 nel secondo periodo). Per L.A. 17 punti e 5 assist per James ma qualche palla persa di troppo.

A metà terzo quarto Indiana passa addirittura in vantaggio (69-66 a 4:33 dal termine), ma una tripla di James ricuce il divario nemmeno un minut0 dopo. A fine terzo periodo, lo score dice 83-75 Lakers.

Lakers-Pacers, LeBron James: “Miglior quarto quarto difensivo della stagione, la sfida qui è lasciare tempo ai giovani”

LeBron James segna 12 dei suoi 38 punti negli ultimi 5 minuti di gara. Un canestro di Sabonis da il -1 ad Indiana con 4:59 da giocare (88-89), ma James risponde con un tiro da tre punti e lancia un parziale di 10-0 per i suoi. Nei minuti finali, i Lakers chudono la porta ai Pacers, siglando la 12esima vittoria stagionale.

A fine gara, LeBron James cita la difesa quale chiave della vittoria:

Grande quarto perido in difesa per noi. Abbiamo preso i rimbalzi e guadagnato un paio di sfondamenti importanti (…) nel primo quarto ci abbiamo messo più energia ed attenzione ai dettagli. Siamo stati più fisici, abbiamo avuto delle palle perse ma siamo stati in grado di recuperare con L0nzo (Ball, ndr), Brandon (Ingram, ndr)… bene anche la panchina. I 12 punti nel quarto quarto? La sfida venendo qui (a LA, ndr) è sempre la stessa: quanto sono in grado di lasciare tempo ai nostri giovani di imparare, e quanto tenda invece a prendere il controllo delle partite nei finali? Stasera i ragazzi mi hanno affidato il pallone per chiudere la gara, ci sono riuscito (…) i miei compagni hanno tutte le qualità per fare giocate importanti, io sono sempre pronto quando c’è bisogno di me, ma la sfida è quella di rendermi utile in tutti modi possibili, per far si che la nostra squadra possa migliorare giorno dopo giorno

– LeBron James dopo Lakers-Pacers –

Lakers-Pacers, Josh Hart: “Tutto parte dalla difesa”

Josh Hart ha segnato 13 punti, aggiungendoci 3 recuperi, in 25 minuti sul parquet nonostante una caviglia mal messa:

Ieri mi faceva male, ma oggi mi sono sentito meglio. Nel primo quarto gli abbiamo impedito di segnare punti facili, e noi ne abbiamo invece trovati tanti. Tutto è partito dalla nostra difesa. Anche quando Indiana è passata in vantaggio ci siamo concentrati sulla difesa, e sulla nostra esecuzione in attacco (…) nel qaurto quarto il nostro attacco si è fermato un poco

– Josh Hart nel post lakers-Pacers –

Lakers-Pacers, McMillan: “Inaccettabile iniziare una partita così”

Duro con i suoi coach Nate McMillan, nonostante la rimonta e l’assenza di Victor Oladipo. Il primo quarto dei Pacers ha deluso l’ex coach dei Portland Trail Blazers:

Non ci sono parole. Non ci si può scavare la fossa da soli così, come abbiamo fatto noi nel primo quarto, iniziare senza essere pronti a giocare (…) non m’importa chi si ha di fronte, se si è in casa o in trasferta, non ho parole. Poi siamo migliorati, attacco e difesa, ci siamo svegliati ed abbiamo iniziato a giocare a pallacanesto (…) ma 17 palle perse, poca attenzione… non ci sono scuse. Sabonis? Sta giocando bene, fa tante cose buone, ma oggi non abbiamo giocato una buona pallacanestro di squadra (…) marcare LeBron James è un problema, gioca cinque posizioni, trovare il quintetto giusto contro un giocatore così e difficile, devi scegliere se attaccare a tua volta o pensare a difendere

– Nate McMillan dopo Lakers-Pacers –

 

Seguiteci e dite la vostra su Facebook sul gruppo Passion NBA o su NBA Area, ma anche su Instagram su NBAPassion e sulla nostra pagina Facebook

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi