Home Mondiali Basket 2023 Brandon Ingram a tutto tondo: “Voglio essere tra i migliori del Mondiale”

Brandon Ingram a tutto tondo: “Voglio essere tra i migliori del Mondiale”

di Mattia Picchialepri
Brandon Ingram

Si avvicina sempre di più la FIBA Basketball World Cup, con moltissime squadre che si preparano alla nuova edizione. Tra gli osservati speciali non può mancare Team USA, che, come ogni anno, parte favorito. Brandon Ingram, uno dei giocatori cardine della squadra di Steve Kerr, ha rilasciato un’intervista a William Guillory di The Athletic, parlando del Mondiale in arrivo e della stagione con i New Orleans Pelicans.

Giocatore chiave per gli USA: nuovo ruolo per Ingram

Molti giocatori della NBA, in particolare le superstar, hanno deciso di non prendere parte alla spedizione di Team USA in questa FIBA Basketball World Cup. Il focus è alle Olimpiadi per i vari Curry, Durant, e tanti altri, mentre in questi Mondiali ci saranno tante opportunità per altri giocatori che si stanno mettendo in mostra negli ultimi anni in NBA. Il roster è comunque di assoluto livello: tra tutti, il possibile go-to-guy è Brandon Ingram, ala dei New Orleans Pelicans.

“Penso che sia una grande sfida per me, poter giocare con così tanti giocatori di talento. Non fai quello che fai di solito al Mondiale – commenta Ingram“Bisogna adattarsi, ecco com’è la vita. Questo mi renderà migliore per i Pelicans: apportare modifiche al mio gioco e diventare il meglio che posso essere”. Steve Kerr non ha dubbi, Brandon Ingram farà parte del quintetto titolare di Team USA al Mondiale. “Non vedo l’ora di dimostrare di essere tra i migliori giocatori del Mondiale. Questa è la mentalità che mi segue ovunque io vada. Abbiamo molti grandi giocatori in questa squadra. Penso che molti di noi stiano arrivando a cercare di dimostrare qualcosa”.

Brandon Ingram e i Pelicans: un matrimonio che continuerà

Brandon Ingram sarà, anche nella prossima stagione, una pedina chiave dei New Orleans Pelicans, nonostante qualche speculazione che annunciava una possibile trade per arrivare alle lottery pick del Draft. “Non sono molto sui social media. Le persone ci scherzano sopra, la maggior parte delle volte sento dal front office quando salta fuori quella roba e mi dicono esattamente cosa sta succedendo”. Ingram, dunque, non si sente toccato da queste voci: “Ho un buon rapporto con la dirigenza. David Griffin (vice presidente esecutivo dei Pelicans, ndr) verrà direttamente da me e mi dirà qualsiasi cosa”.

Gli infortuni sono stati un fattore per l’ex Los Angeles Lakers nelle ultime stagioni: “Non importa quello che dicono i fan, nessuno vuole giocare più di me. Mi sono messo al lavoro e ora sono pronto”. Un recupero lungo, che ha portato ad un’ottimo miglioramento da parte di Ingram: “So quanto posso spingere il mio copro, ogni anno inizio la stagione preparandomi come se potessi giocare 100 partite. Voglio giocare a basket, conosco la frustrazione di non poterlo fare”.

Il futuro di Brandon Ingram, però, sarà ai Pelicans: “Amo New Orleans, è perfetta per me. Posso andare a giocare a basket quando voglio, ho accesso diretto alla struttura. Mi sento connesso con la città e la gente intorno a me”. Inoltre, a breve, potrebbe arrivare un’estensione contrattuale importante: “So che a breve arriverà, non ci penso troppo. Mi sto solo assicurando di comportarmi nel modo giusto. Voglio concentrarmi sulla squadra, la cosa importante è solo vincere”. Grande rapporto anche con i compagni: “Mi emoziono di più a vedere cose come l’estensione di Herb (Herbert Jones, ndr), è il mio ragazzo”.

You may also like

Lascia un commento