fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDenver Nuggets Nuggets-Jazz, l’inerzia è dalla parte di Denver. Jokic: “Siamo rilassati”

Nuggets-Jazz, l’inerzia è dalla parte di Denver. Jokic: “Siamo rilassati”

di Francesco Catalano

Ai Denver Nuggets è riuscita la piccola impresa di portare la serie con gli Utah Jazz sul 3 a 3 dopo essere stati sotto per 3 a 1 e stanotte le due squadre si giocheranno la decisiva gara 7.

Va detto: l’artefice di questa rimonta è stato Jamal Murray che ha esibito delle prestazioni mostre. Nikola Jokic è sceso al ruolo di sparring partner e Murray ha conquistato a suon di punti il trono di leader della squadra di coach Mike Malone. Con la prestazione da 50 punti dell’altra sera ha riportato in parità la serie e il livello di pallacanestro che sta offrendo è veramente altissimo. basta dire che in questa serie ha raggiunto due volte quota 50 punti.

C’è chi ha sostenuto che più che una sfida tra Nuggets e Jazz, sia stato un duello tutto personale tra Donovan Mitchell e Jamal Murray. In effetti, la serie non è stata molto diversa da questa definizione che, seppur riduttiva, fotografa l’andamento della sfida. I Nuggets, quindi, arrivano stanotte a gara 7 dopo essere stati ad un centimetro dall’eliminazione e Nikola Jokic ha detto che i ragazzi sono “rilassati”.

Ad essere onesti, per noi sono state delle gare 7 anche le ultime due partite. Magari è questo il motivo per cui stiamo giocando così rilassati: non abbiamo nulla di cui preoccuparci. Se perdiamo, andiamo a casa. Non molliamo di un centimetro su ogni cosa: questo è il motivo per cui stiamo giocando così duro”.

Anche coach Malone ha commentato la rimonta: “Penso sia folle per me come allenatore e per tutti i ragazzi il fatto che sarà la nostra terza gara 7 consecutiva”. Infatti, i Nuggets erano giunti fino a gara 7 anche al primo turno dello scorso anno poi vinto contro gli Spurs e al secondo turno poi perso contro Portland.I nostri ragazzi sanno che ogni possesso conta”.

Gran parte dello spettacolo stanotte, però, sarà riservato come detto allo scontro tra titani tra Mitchell e Murray. Il primo ha raggiunto una media di 38.7 punti a partita in questa serie, il secondo di 34.0. “La vita è strana” ha detto Murray. “Perché ti mette tanti ostacoli davanti. Delle volte devi passarci attraverso, altre volte li devi aggirare. Delle volte devi prenderti una pausa e guardare indietro a quello che hai fatto e costruire un piano”.

Il prodotto di Kentucky sta giocando ai livelli dei mostri sacri del passato come Allen Iverson e Michael Jordan. Solo a MJ era riuscito di segnare in tre partite consecutive più di 40 punti ed ora Murray lo ha eguagliato dopo aver messo a segno 50, 42 e ancora 50 punti.

Sicuramente i Nuggets ora hanno dalla loro parte l’inerzia della sfida e la maggiore esperienza nel particolare sport chiamato gara 7. Mentre i Jazz avranno tanti rimpianti per non aver chiuso prima una serie che sembrava aver già decretato il suo vincitore. “Qualcuno andrà a casa” ha detto coach Malone. “Servirà un grande sforzo da parte di tutti. Jamal sta giocando in modo pazzesco. Da un punto di vista mentale dobbiamo lasciarci tutto il resto alle spalle. Non c’è domani, ma solo l’oggi”.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi