fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA News Toronto Raptors, Nick Nurse punge Hollis-Jefferson e Stanley Johnson: “devono convincermi”

Toronto Raptors, Nick Nurse punge Hollis-Jefferson e Stanley Johnson: “devono convincermi”

di Valentino Aggio

L’estate dei Toronto Raptors non è stata certo delle migliori: l’addio di Kawhi Leonard e di Danny Green su tutti ha costretto il front office campione NBA a correre ai ripari.

Gli unici due innesti arrivati in Canada durante l’ultima free agency sono stati Rondae Hollis-Jefferson e Stanley Johnson: l’ala ex Brooklyn Nets ha firmato un contratto annuale di 2.5 milioni di dollari, mentre Johnson (ex Pistons) ha firmato un biennale da 7.3 milioni di dollari. I due giocatori sono in cerca di riscatto, soprattutto Stanley Johnson: il prodotto di Arizona è entrato nella Lega con l’ottava scelta al draft NBA 2015 e davvero tante aspettative, ma mai  rispettate. Toronto ha scelto i due giocatori per le loro abilità difensive, consapevoli del fatto che non avrebbero dato lo stesso contributo offensivo di due giocatori come Leonard e Green.

Eric Koreen di The Athletic e Josh Lewenberg di TSN hanno intervistato l’allenatore dei Raptors Nick Nurse, il quale alla domanda se Johnson e Hollis-Jefferson stiano effettivamente aiutando la difesa di Toronto, ha risposto: “No. No. No. Questi ragazzi non hanno capito: a. Quanto giochiamo duro. b. I nostri schemi, quanto la difesa sia importante nel nostro sistema di gioco. Abbiamo tanto lavoro da fare con tutti”. L’ex allenatore degli Iowa Wolves ha poi aggiunto: “Io continuo a dire che rimangono solo un paio di posti liberi a roster. Devono farmi vedere che giocano duro, che si impegnano, che capiscono le nostre marcature. In attacco avranno opportunità grazie ai loro compagni”.

Molto probabile che Toronto utilizzi una rotazione a dieci uomini, otto dei papabili formavano parte del roster nella passata stagione. Ciò lascia spazio a Hollis-Jefferson e Johnson per completare la rotazione della squadra canadese.

Tuttavia i veterani devono guardarsi le spalle dai giovani Chris Boucher e Malcolm Miller, pronti a prendere il posto dei due giocatori più esperti. Sarà interessante capire come i due risponderanno sul campo alle critiche di coach Nurse.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi