fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsDetroit Pistons Blake Griffin scuote i Pistons in crisi: “Così non si va da nessuna parte!”

Blake Griffin scuote i Pistons in crisi: “Così non si va da nessuna parte!”

di Michele Gibin

Arriva contro gli Charlotte Hornets un’altra sconfitta per i deludenti Detroit Pistons, che nonostante la presenza di Blake Griffin, Andre Drummond e Derrick Rose non riescono a trovare continuità di vittorie, mentre anche se a inizio stagione, l’ottavo posto playoffs e le posizioni che contano nella Eastern Conference si allontanano.

Contro gli Hornets è arrivata la terza sconfitta nelle ultime quattro partite, e la settima nelle ultime dieci. Abbastanza per parlare di crisi, soprattutto se considerato che alcune di queste siano arrivate contro avversarie come Hornets, Chicago Bulls e Washington Wizards.

Il “fondo” di questa crisi lo si è probabilmente toccato nel quarto periodo della partita di venerdì notte, già la terza contro Charlotte in stagione. I Pistons hanno dilapidato in casa un vantaggio di 8 punti negli ultimi 5 minuti di partita, per poi fallire con Luke Kennard e Lanston Galloway il tiro del potenziale pareggio. Agli uomini di coach Dwane Casey non sono bastati 15 tiri da tre punti di squadra, ne la consueta doppia doppia da 15 punti e 19 rimbalzi di Drummond, ed i 23 punti con 4 assist di Derrick Rose. Dei caldissimi Hornets hanno replicato con 19 triple, e con una grande prova offensiva del rookie P.J.Washington (26 punti, 5 rimbalzi e 4 recuperi difensivi, e 3 su 3 da dietro l’arco), di Terry Rozier e persino di Bismack Biyombo, che sostituisce l’infortunato Cody Zeller e chiude con 13 punti e 9 rimbalzi.

Nel post gara, un Blake Griffin deluso ed ancora non al 100% dopo il problema fisico alla gamba sinistra che lo ha costretto a saltare l’inizio della regular season, ha provato a scuotere la squadra: “Fino ad ora non abbiamo fatto vedere che ci interessa fare tutte quelle cose che servono per vincere. Quando vinciamo è tutto bello, questo vuol dire che vincere ci piace e ci fa stare bene. Quel che non vogliamo fare però è lottare. E così di partite non se ne vincono“.

Contro gli Hornets, Griffin ha chiuso con 17 punti e 4 rimbalzi in 32 minuti di gioco. In 7 partite di stagione regolare finora giocate, l’ex star dei Los Angeles Clippers ha faticato a trovare ritmo offensivo, viaggiando a 19.7 punti e 5.1 rimbalzi di media, con il 42% al tiro ed un modesto 25.6% al tiro da tre punti, dopo il 36.2% della passata stagione.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi