Bucks-Celtics, Giannis pareggia la serie, Bledsoe: "Gara3 partita della vita"
137892
post-template-default,single,single-post,postid-137892,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Bucks-Celtics, Giannis pareggia la serie, Bledsoe: “Gara 3 sarà partita della vita per noi”

milwaukee bucks eric bledsoe

Bucks-Celtics, Giannis pareggia la serie, Bledsoe: “Gara 3 sarà partita della vita per noi”

Difficile non immaginarsi una reazione convincente dei Milwaukee Bucks in gara 2, dopo la sconfitta della prima partita contro i Boston Celtics ed i primi dubbi insinuatisi sulla squadra di coach Mike Budenholzer.

Al Fiserv Forum di Milwaukee, Wisconsin, Bucks-Celtics termina 123-102. Ad una serata pessima al tiro in gara 1 i Bucks di Giannis Antetokounpo rispondono con una pioggia di canestri da tre punti (ben 20, su 27 tentativi, nuovo record di franchigia per i playoffs), e si impongono nettamente a rimbalzo per riacciuffare il filo di una serie di semifinale iniziata con uno stop tanto inatteso quanto brusco.

Gara 1? Una sonora sculacciata” Così aveva definito la sconfitta della prima gara Giannis Antetokounmpo, che in gara 2 raccoglie gli stimoli di coach Budenholzer e sforna una prova da 29 punti, 10 rimbalzi e soprattutto 18 tiri liberi guadagnati.

Ad un aggressivo Antetokounmpo si aggiunge la prova più coraggiosa di Eric Bledsoe (21 punti e 5 assist), mentre Khris Middleton è infallibile da dietro l’arco dei tre punti (7 su 10) e chiude con 28 punti in 33 minuti.

Dopo un primo tempo equilibrato (55-54 Bucks), i padroni casa mettono la freccia nel terzo periodo (39-18 il parziale). I Celtics non riescono a contenere le penetrazioni di Antetokounmpo, ed in attacco Kyrie Irving fatica ad accendersi (9 punti con 4 su 18 al tiro) contro la difesa super-aggressiva dei Bucks: “Hanno fatto un buon lavoro con i cambi difensivi, mandandomi a sinistra sui pick and roll, io non sono riuscito a guidare i miei in attacco“.

Per Eric Bledsoe, uomo-barometro dei Milwaukee Bucks in assenza Malcom Brogdon, una seconda partita convincente dopo le difficoltà di gara 1: “Coach Bud (Budenholzer, ndr) ci ha solo detto che la prima partita è stata come un pugno in faccia per noi, e che non avremmo certo voluto prenderne un altro“.

La serie si trasferirà ora a Boston, il “luogo del delitto” per Bledose, la cui serie di primo turno dei playoffs 2018 fu caratterizzata con la faida con Terry Rozier (che confuse – di proposito – Eric Bledsoe con Drew Bledsoe, ex quarterback dei New England Patriots pre-era Tom Brady): “So cosa mi aspetta (a Boston, ndr), i tifosi non perdonano nulla ed hanno memoria. Dovrò rimanere ben concentrato per gara 3, sarà la partita più dura della serie per noi“.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment