fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMilwaukee Bucks I Bucks fermano i Clippers, Giannis: “Dobbiamo continuare a migliorare”

I Bucks fermano i Clippers, Giannis: “Dobbiamo continuare a migliorare”

di Lorenzo Brancati

Arriva anche la quattordicesima vittoria di fila per i Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo, che superano per 91-119 i Los Angeles Clippers. Si è trattato di una piccola rivincita nei confronti dell’uomo, Kawhi Leonard, che era stato il principale artefice dell’eliminazione della squadra dagli ultimi playoffs.

“Vogliamo essere una delle squadre migliori della lega, e per farlo serve affrontare le squadre migliori al loro massimo.” Così il greco aveva parlato prima della partita, in riferimento al fatto che i suoi si apprestavano ad incontrare i Clippers a pieno organico. Non è stata cosa scontata quest’anno in effetti, tra load management e infortuni delle due stelle, Kawhi Leonard e Paul George. I Bucks li avevano infatti già incontrati e battuti, ma senza nessuno dei due giocatori chiave.

La partita non è iniziata nel migliore dei modi per Giannis, che dopo i primi quarti di gioco aveva addirittura un plus-minus negativo. Ad indirizzare subito l’incontro su binari favorevoli sono stati i giocatori in uscita dalla panchina di Milwaukee, che a fine primo quarto hanno inanellato un parziale da 17-4.

“Non saprei come descriverlo in una parola, ma il primo tempo di Giannis non è stato quello che ci ha abituati a vedere”. Così Coach Mike Budenholzer ha commentato i primi due quarti di gioco del suo miglior giocatore. “Ci è quasi sembrato fosse umano” ha continuato “ha avuto un primo tempo ordinario. (…) Poi però è tornato nel terzo quarto e ha cambiato le cose. Era la spinta che ci serviva per chiudere i conti.”

In effetti, dopo i primi due quarti da 16 minuti, 10 punti con 4 tentavi dal campo segnati su 10, il numero 34 è tornato quello di sempre. Nei primi 4 minuti del terzo quarto ha messo a segno una serie di giocate decisive, culminate con una tripla che ha costretto Coach Doc Rivers a chiamare un time-out.

Alla fine dei conti, il suo tabellino recitava 27 punti, 11 rimbalzi, 4 assist e un plus-minus positivo di 7 punti. “Alcune delle cose che fa sono surreali. Ci sono tantissime giocate che mette a segno che sono molto rare da vedere, Sono felice di far parte della sua squadra.” Così ha parlato invece il suo compagno, Eric Bledsoe.

I Bucks e Giannis continuano a correre

Si trattava, come detto, della vittoria in fila numero quattordici per la squadra di casa. Milwaukee condivide ora con i Los Angeles Lakers il miglior record della lega: 20-3.

“Dobbiamo continuare a imparare e a migliorare. A scendere in campo e giocare duro. Non importa se ne abbiamo vinte 2 o 14 di fila. Dobbiamo continuare a giocare tutti insieme e ad essere umili.” 

Con queste parole Giannis ha sottolineato la mentalità dei suoi Bucks, che dopo esserci riusciti durante la scorsa stagione vorranno senza dubbio confermarsi come la miglior squadra della stagione regolare NBA. Magari questa volta approdando anche alle Finals.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi