fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics Celtics, sconfitta e colpo al volto per Hayward: “Solo un po’ di mal di testa”

Celtics, sconfitta e colpo al volto per Hayward: “Solo un po’ di mal di testa”

di Francesco Catalano

Nella sconfitta subita dai Celtics per 122 a 117 contro i Pacers, arriva l’ennesimo infortunio di Gordon Hayward. Questa volta non si tratta di nulla di grave, tuttavia sembra veramente che questo giocatore non abbia pace.

Dopo il lungo infortunio ai legamenti del ginocchio che lo aveva tenuto lontano dal campo per quasi un anno e la lunga riabilitazione, l’ex Jazz era tornato a giocare durante la scorsa stagione senza brillare. Però, le sessioni d’allenamento estive sembra che abbiano fatto ritrovare al ragazzo quello smalto che aveva perso. Il suo inizio di stagione è stato infatti scoppiettante. Ci ha pensato la dea bendata a frenarlo. In uno scontro di gioco con LaMarcus Aldridge degli Spurs ha subito infatti una frattura alla mano sinistra. Tale infortunio, dopo un mirato intervento chirurgico, lo ha tenuto lontano dal campo per circa un mese.

Il rientro è avvenuto lunedì scorso con i Cleveland Cavaliers. Hayward, in quell’occasione, ha dichiarato di non essere ancora al meglio ma di essere quasi pronto per il recupero effettivo. Invece stanotte, in una partita combattuta colpo su colpo, quando mancavano 6 minuti e 28 secondi al termine ha subito un colpo al volto. Mentre si accingeva ad andare a canestro, Doug McDermott lo ha colpito involontariamente creandogli un problema al naso. E’ intervenuto prontamente lo staff medico dei Celtics che lo ha subito portato negli spogliatoi.

View this post on Instagram

@_kw15 out here quietly dropping 15 in the first 🤫

A post shared by Boston Celtics (@celtics) on

Dai primi esami si è subito notato che il naso non si è rotto e che probabilmente non c’è nessuna commozione cerebrale. Si attendono però ulteriori conferme dopo il rientro a Boston. Ecco  quello che ha detto Hayward a riguardo.

Mi sono sentito girare un po’ la testa. Perciò sono dovuto rientrare negli spogliatoi, vedere se avevo avuto una commozione e rendermi certo che era tutto ok. Non penso di essere nel protocollo per le commozioni cerebrali, ma vedremo come va”.

L’ala dei Celtics conta di poter essere già in campo nella partita che si giocherà stanotte al TD Garden contro i Philadelphia 76ers. Un match importante per stabilire le gerarchie della Eastern Conference e per vedere quale delle due squadre è al momento più avanti. “Ho ancora un po’ di mal di testa”. Ha detto l’ex Jazz. “Ma spero di stare bene per la partita. Vedremo”.

La sconfitta maturata stanotte contro i Pacers è uno stop accettabile su un campo difficile come quello di Indianapolis. Forse nei minuti finali è mancato proprio l’apporto offensivo di Hayward, ma soprattutto si è fatta sentire la mancanza in difesa di Marcus Smart. Kemba Walker ha cercato di condurre i suoi alla vittoria con una prestazione da 44 punti, ma non è bastato. Questa notte, la squadra di Brad Stevens proverà a mantenere l’imbattibilità casalinga contro Embiid, Simmons e compagni.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi