Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsBoston Celtics Enes Kanter contro Phil Knight di Nike: “Visiti i campi di lavoro Uiguri”

Enes Kanter contro Phil Knight di Nike: “Visiti i campi di lavoro Uiguri”

di Michele Gibin
kanter freedom nba

Enes Kanter ha giocato finora una sola partita in stagione, ma sta facendo notizia per la sua campagna di sensibilizzazione piuttosto diretta, rivolta contro il governo cinese e il presidente Xi Jinping per le persecuzioni politiche in Tibet e contro la popolazione Uigura.

Con una serie di appelli video, postati sul suo profilo Twitter, Kanter ha chiamato in causa il presidente Xi, “il suo governo e il partito comunista cinese“, anche in risposta alla decisione, dopo il suo video pro-Tibet della scorsa settimana, di oscurare le partite dei Celtics in Cina. L’ultimo bersaglio dei suoi messaggi è stato Phil Knight, cofondatore di Nike, invitandolo a “prendere un aereo assieme” e andare a visitare quelli che Kanter definisce “i campi di lavoro forzato” in Cina in cui l’azienda impiega gli Uiguri. Nel suo tweet, Enes Kanter mostra le sue sneakers personalizzate con i messaggi “Hypocrite Nike”, “Made with slave labor”, “Modern day slavery” e “No more excuses”, e cita con tanto di tag anche LeBron James, volto Nike di punta, e il brand Jordan.

Lo scorso marzo, Nike si era difesa con un comunicato dall’accusa di sfruttamento del lavoro nella regione autonoma dello Xingjian, dove il 46% della popolazione è di etnia Uigura. Nike aveva dichiarato di non utilizzare per i suoi prodotti gli stabilimenti della regione, e negato relazioni commerciali con Haoyuanpeng Clothing Manufacturing, Qingdao Jifa Group e Changji Esquel Textile, le compagnie nel mirino delle inchieste sul lavoro forzato in Cina.

Nike aveva inoltre negato di aver contrastato l’approvazione dello Uyghur Forced Labor Prevention Act, votato dal Congresso degli Stati Uniti nel settembre 2020.

You may also like

Lascia un commento