fbpx
Home NBANBA News Kobe Bryant, celebrati il 7 febbraio scorso i funerali privati, Jennifer Hudson canterà per lui all’All-Star Game

Kobe Bryant, celebrati il 7 febbraio scorso i funerali privati, Jennifer Hudson canterà per lui all’All-Star Game

di Bucci Lorenzo

Il 7 febbraio si sono tenuti i funerali in forma privata di Kobe Bryant e della figlia Gianna Mari a Corona del Mar, in California, come confermato dai certificati di morte rilasciati martedì dai funzionari della contea di Los Angeles.

La sepoltura è avvenuta al Pacific View Memorial Park, vicino alla casa della famiglia nella Contea di Orange. All’inizio, doveva essere effettuata al Westwood Village Memorial Park, ma è stata cambiata in seguito. Bryant e sua figlia di 13 anni, sono rimasti uccisi insieme ad altre sette persone in un incidente in elicottero il 26 gennaio vicino a Calabasas, in California. Tra le vittime c’erano il pilota, due compagne di squadra di Gianna, i loro genitori e un allenatrice della squadra di basket della Mamba Sports Academy di Bryant.

Ovviamente ci sarà un evento commemorativo pubblico per Kobe e Gianna Bryant, previsto per il 24 febbraio allo Staples Center di Los Angeles. La data (24/02) corrisponde alla maglia n. 24 che Bryant indossava con i Los Angeles Lakers e alla n. 2 indossata da Gianna, allenata proprio da suo padre. Gianna giocava nella Mamba Sports Academy, e il suo talento era già chiaro a tutti.

Lunedì scorso si è svolto un memoriale pubblico, in cui diverse migliaia di persone hanno pianto tre delle altre vittime. Si tratta dell’allenatore di baseball dell’Orange Coast College John Altobelli, sua moglie Keri e la figlia Alyssa, compagna di squadra di Gianna. Tra le altre vittime ci sono Christina Mauser, che ha avuto un ruolo importante nell’aiutare Kobe all’interno della squadra, così come Sarah Chester e sua figlia Peyton, altro membro della squadra.

Jennifer Hudson si esibirà all’All-Star Game con un omaggio a Kobe Bryant

Intanto, in attesa dell’evento allo Staples Center di Los Angeles, Kobe verrà ricordato durante l’All-Star Game 2020 a Chicago. Tante le iniziative dedicate alla sua memoria in questo All-Star Weekend, ed una di queste sarà il tributo da parte di Jennifer Hudson, vincitrice di due Grammy e un Oscar, che si esibirà prima della partita.

Saranno molti gli artisti presenti a Chicago: DJ Khaled, Quavo, Lil Wayne, Jeremih, Chance The Rapper, Queen Latifah e il Chicago Children’s Choir. Inoltre, si esibirà anche Damian Lillard, divenuto famoso anche nel mondo della musica rap dopo l’uscita del suo ultimo album. Il 5 volte All-Star però, rimarrà lontano dal parquet a causa di un infortunio rimediato nella partita di mercoledì contro i Memphis Grizzlies.

“Jeremih sarà sul palco con me, lui è di Chicago. Canterò una delle mie canzoni più famose del mio ultimo album. Poi farò anche una canzone dell’album precedente, insieme a Lil Wayne. Sarà molto bello essere sul palco”. Queste le parole di Dame D.O.L.L.A, nome d’arte del giocatore di Portland, che sta acquistando sempre più fama in ambito musicale tanto da produrre canzoni con rapper molto famosi. “Penso che la prima cosa che la gente veda sia la strada che ho intrapreso nella musica”, ha proseguito Lillard. “Non sono semplicemente saltato dentro e ho detto ‘Ascolta la mia musica perché sono un giocatore NBA.’ Ho preso la strada che qualsiasi altro aspirante artista avrebbe intrapreso, e penso che ciò dimostri che l’ho presa sul serio, che ho una vera passione per la musica e per l’hip-hop “.

Ci sarà anche Common, rapper americano nativo di Chicago, che darà il benvenuto ai fan con una narrazione su ciò che il basket significa per la città,  prima dell’introduzione delle squadre.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi