fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsGolden State Warriors Mychal Thompson: “Klay non ha ancora ricevuto il via libera dagli Warriors”

Mychal Thompson: “Klay non ha ancora ricevuto il via libera dagli Warriors”

di Michele Gibin

Klay Thompson, star dei Golden State Warriors, non sarebbe comunque ritornato in campo in questa stagione dopo l’infortunio al ginocchio sinistro di gara 6 delle finali NBA 2019, soprattutto con i suoi Warriors al termine di una stagione sfortunata e fallimentare, ma a ormai 10 mesi dallo stop, il giocatore non ha ancora ottenuto il via libera ufficiale per tornare in campo a pieno regime dalla sua squadra.

A confermarlo è il padre del giocatore, l’ex Los Angeles Lakers Mychal Thompson in una intervista rilasciata a Mark Medina di USA Today: “Se Klay è al 100% fisicamente? Non saprei, ad oggi non ha ancora ricevuto il via libera dallo staff medico degli Warriors, non se ne è ancora parlato. Chiaramente c’è un po’ di frustrazione perché non si può allenare con i compagni ed ha dovuto rallentare la preparazione. Bisogna trovare nuovi modi e spazi per tenersi in forma, tirare e fare tutti gli esercizi del caso. Dovrebbero permettere agli atleti di andare in palestra, anche da soli: sono professionisti e sanno cosa fare“.

La NBA ha deciso proprio in queste ore di riaprire le facility di allenamento agli atleti in quegli stati che allenteranno le misure restrittive anti-contagio dai prossimi giorni, come ad esempio la Georgia. Lo stop della stagione e l’impossibilità per gli atleti di allenarsi a dovere avrà un impatto anche su quei giocatori infortunati, come Klay Thompson o l’ex compagno di squadra Kevin Durant, e che hanno dovuto modificare la loro tabella. I tempi di recupero potrebbero dunque risentirne.

Klay Thompson aveva riportato nel giungo 2019 la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro nel terzo quarto di gara 6 delle NBA Finals contro i Toronto Raptors poi campioni NBA di Kawhi Leonard e Kyle Lowry. Poche settimane prima dello stop alla stagione, Thompson aveva iniziato a intensificare il lavoro in palestra. I Golden State Warriors avevano però ufficialmente escluso un suo ritorno a stagione in corso.

Siamo in una situazione in cui nessuno può ancora fare previsioni“, ancora Mychal Thompson, oggi commentatore radiofonico per le partite dei Lakers “Io so che pur di tornare in campo accetterei qualsiasi soluzione: porte chiuse, poche partite di riscaldamento e quindi i playoffs, playoffs diretti… qualsiasi cosa pur di tornare al lavoro“.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi