Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsMiami Heat Kyle Lowry: “Perché ho scelto Miami? Voglio giocare per il titolo NBA”

Kyle Lowry: “Perché ho scelto Miami? Voglio giocare per il titolo NBA”

di Michele Gibin
kyle lowry heat

L’arrivo di Kyle Lowry ai Miami Heat via sign and trade ha diviso gli esperti: troppo in là con gli anni l’ex star dei Toronto Raptors e troppo impegnativo il suo contratto, oppure Lowry ha ancora qualcosa da dare?

Il campione NBA 2019 compirà 36 anni a marzo, per averlo via trade Miami ha impegnato Goran Dragic e Precious Achiuwa, un prezzo tutto sommato contenuto per un giocatore del calibro di Lowry, un 6 volte All-Star con un’esperienza infinita di playoffs e grandi partite.

E giocatore sulla carta perfetto per la mentalità difensiva e la pallacanestro muscolare di Miami. Kyle Lowry, Jimmy Butler, Bam Adebayo e l’altro nuovo acquisto PJ Tucker faranno degli Heat una squadra ancora più fisica.

Le motivazioni di Kyle Lowry a Miami sono chiare, come confermato dal diretto interessato a The Pull Up Podcast, podcast prodotto e condotto dal collega CJ McCollum, dei Portland Trail Blazers: “Per me è solo titolo NBA o “morte”. Ho scelto Miami perché questo per loro è il piano, quello che vogliono fare. Jimmy Butler è uno dei miei più cari amici e a Miami si gioca solo per quello: vincere titoli NBA. D’altro canto, se non si gioca per quello allora perché giocare? Questa è stata la sola logica che ho usato durante la mia free agency, dove ho le maggiori possibilità di vincere, di diventare di nuovo campione?“.

Kyle Lowry era stato conteso già alla trade deadline 2021 del mercato NBA a fine marzo, dagli stessi Heat, dai Lakers e dai Philadelphia 76ers ma era rimasto ai Raptors fino al termine della stagione. Una stagione 2020\21 particolare per la squadra, esiliata dal Covid a Tampa Bay in Florida e che ha mancato i playoffs, Lowry ha giocato sole 46 partite saltando le ultime 6 settimane di regular season per acciacchi fisici e precauzione, ma ha comunque chiuso con oltre 17 punti e 7 assist a gara con il 39% al tiro da tre.

I Miami Heat 2021\22 sono attrezzati per dare battaglia per il titolo NBA. Lowry e Tucker i volti nuovi assieme a Markieff Morris, Duncan Robinson, Dewayne Dedmon e Victor Oladipo i ritorni durante la free agency, la squadra si attende molto dal terzo anno di Tyler Herro.

You may also like

Lascia un commento