Lakers, è il giorno della presentazione per Anthony Davis: "Si fa la storia!"
143912
post-template-default,single,single-post,postid-143912,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Lakers, è il giorno di Anthony Davis, Pelinka: “Momento storico per noi”

lakers presentazione anthony davis

Lakers, è il giorno di Anthony Davis, Pelinka: “Momento storico per noi”

Lakers, è il giorno della presentazione di Anthony Davis, il nuovo acquisto della squadra ha incontrato i reporter in conferenza stampa alla presenza del gm Rob Pelinka e di coach Frank Vogel.

Un evento storico“, un orgoglioso Pelinka non ha altre parole per definire l’arrivo di Davis, l’oggetto del desiderio cercato per mesi dai giallo-viola. Il 6 volte All-Star ex New Orleans Pelicans è per l’executive dei Lakers “uno dei giocatori più completi nella NBA moderna, un giocatore in grado di difendere cinque posizioni, trattare il pallone e proteggere l’area, un lavoratore instancabile e sempre pronto a migliorarsi“.

Una star per cui i Lakers hanno di buon grado lasciato partire la maggior parte degli asset accumulati in anni di sconfitte. Lonzo Ball, Brandon Ingram, la guardia Josh Hart, la scelta numero 4 del draft NBA 2019 e ben 3 future prime scelte sono finite ai Pelicans. Per far posto a Davis e permettere i successivi ingaggi di Danny Green e DeMarcus Cousins, ed il ritorno in squadra di Rajon Rondo, Kentavious Caldwell-Pope e JaVale McGee sono finiti agli Washington Wizards la scelta numero 25 del draft NBA 2018 Moe Wagner ed Isaac Bonga.

La ricompensa? Un roster “davanti a quello di tutti” nelle parole di Davis, ed un giocatore tra i primi 10 della NBA (a voi le classifiche) che per le prossime stagioni farà coppia con LeBron James.

“In una serie a 7 partite, vedo i Lakers comunque vincitori. La trade? Stavo guardando un film in hotel a Malibu, quando ho saputo. Ho voluto prendere il pieno controllo della mia carriera, per tanti anni ho avuto attorno tante persone cui dare retta, da seguire. Mi dicevo: sono giovane, mi sta bene, credo che questa persona voglia davvero il meglio per me. Poi col tempo si cresce e si fa esperienza: e ho deciso di fare a modo mio

La richiesta di trade intimata da Davis ai Pelicans risale allo scorso febbraio, pochi mesi dopo la firma del giocatore con Rich Paul e la sua Klutch Sports che cura gli interessi di LeBron James e di tanti altri giocatori NBA. “Pressioni” cui i New Orleans Pelicans risposero lo scorso anno con accuse di tampering e con il rifiuto di trattare con Magic Johnson e i Lakers.

Il cambio di regime a NOLA, e la necessità di risolvere presto e bene la grana Davis hanno facilitato la felice risoluzione per entrambe le squadre: “Finché riuscirò a dormire la notte con la decisione che ho preso, sono in pace e non mi importa nulla di ciò che altri potranno dire. Ho una grande squadra attorno a me, persone con cui parlare e a cui chiedere consiglio“.

Anthony Davis sarà l’ennesima di una grande serie di star che avranno diviso il campo con LeBron James. Dyane Wade, Chris Bosh, Kyrie Irving e Kevin Love possono fregiarsi di almeno un anello di campione NBA conquistato assieme a King James: “LeBron? Non vedo l’ora, avere la possibilità di passare un’intera stagione in campo con lui e vedere tutto quello che sa fare, segnare, passare il pallone, e poi poter contare sulla sua leadership… sarà divertente“.

Come confermato da Pelinka e da coach Vogel, Anthony Davis si alternerà tra gli spot di ala forte e centro: “AD mi ha detto che avrebbe gradito la presenza di un centro con cui giocare, le firma di Cousins e di Javale McGee vanno in questa direzione” Davis conferma: “Gli ruoli nominali contano ormai solo fino ad un certo punto, sono assolutamente disposto a giocare da centro, se il coach me lo dirà“.

Qualsiasi risultato che non sia il titolo NBA non sarà un successo” Tocca a Pelinka fissare l’obiettivo della squadra. L’era di Anthony Davis con i Los Angeles Lakers è appena cominciata, non saranno ammessi errori.

Michele Gibin
pt.fadeaway@gmail.com

Contributor per NBAPassion.com

No Comments

Post A Comment