Per Chris Paul non c'è forte interesse degli Heat, intanto Herro impressiona
143917
post-template-default,single,single-post,postid-143917,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,qode-news-2.0.1,ajax_updown,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Per Chris Paul non c’è forte interesse dei Miami Heat, intanto Tyler Herro impressiona in Summer League

Per Chris Paul non c’è forte interesse dei Miami Heat, intanto Tyler Herro impressiona in Summer League

I Miami Heat non sarebbero così interessati a Chris Paul. Il giocatore è sbarcato ad OKC nell’ambito dello scambio che ha portato Russell Westbrook agli Houston Rockets. L’obiettivo dei Thunder sarebbe quello di girare subito il contratto del veterano, da 4 anni e 159 milioni rimanenti, verso altri lidi. Si è pensato subito alla franchigia della Florida poiché Pat Riley e soci sarebbero alla ricerca di una seconda stella da affiancare a Jimmy Butler, ed avevano cercato di assicurarsi proprio lo stesso Westbrook.

Tuttavia, come riporta Barry Jackson del Miami Herald, gli Heat non sarebbero davvero interessati a Paul. Sarebbero bensì i Thunder che starebbero offrendo e cercando di liberarsi del pesante contratto dell’ex Rockets. Comunque, le offerte non sarebbero ancora state abbastanza convincenti. Miami sarebbe interessata ad un conguaglio di scelte al Draft, qualora decidesse di prendere con sé il contratto di CP3. OKC possiede, ad oggi, tra le tantissime prime scelte che sta accumulando, proprio quelle degli Heat per gli anni 2021 e 2023, che sarebbero una buona base di trattativa, per Riley e soci.

Gli Heat, come detto, erano stati anche tra i pretendenti per Russell Westbrook, prima che questo si accasasse in Texas. L’organizzazione, comunque, si era rifiutata di inserire Bam Adebayo e Tyler Herro nelle trattative, nonostante le richieste del General Manager di Oklahoma City, Sam Presti.

Ora, qualche partita di Summer League dopo questa decisione, ne sembra più chiaro il movente. Herro, scelto alla numero 13 dell’ultimo Draft, sta davvero facendo voltare molte teste al torneo estivo organizzato dalla NBA. Sta giocando come leader dei giovani di Miami, facendo registrare medie da 19.5, 4.3, 3.8. Il giocatore, che ha appena firmato il suo accordo da matricola, si è dimostrato abile nella conduzione di palla e nel tiro da oltre l’arco.

Come riportato dal Miami Heral, il Coach della squadra della Summer League, Eric Glass, ne ha parlato così:
“Se ci serve un ragazzo che possa palleggiare, farci salire in attacco, giocare il pick and roll, essere pronto per i catch and shoot, lui ci ha dimostrato di saper fare tutto. E noi ci sentiamo sicuri di affidargli qualsiasi di questi compiti.”

Ora Tyler Herro, dopo un torneo tanto positivo, dovrà cercare di affermarsi come giocatore importante di rotazione fin da subito nella stagione regolare. Comunque, se riuscirà a confermare le premesse mostrate in questi giorni, non dovrebbe avere problemi a farlo.

Lorenzo Brancati
lolbra99@gmail.com

Malato di sport a 360 gradi. Seguo e faccio finta di capire di diversi sport, dal basket al calcio, fino ai motori, passando per il football americano e il baseball. Mi piace leggere e provare a scrivere farneticazioni a riguardo. Aspettando Godot, mi diverto a giocare con le parole e la palla a spicchi.

No Comments

Post A Comment