fbpx
Home NBA, National Basketball AssociationNBA TeamsCharlotte Hornets Hornets, LaMelo Ball ripercorre il cammino che lo ha portato in NBA: “Mi ha aiutato a maturare come persona”

Hornets, LaMelo Ball ripercorre il cammino che lo ha portato in NBA: “Mi ha aiutato a maturare come persona”

di Gabriele Melina

LaMelo Ball si prepara a dare il via al capitolo più importante della sua carriera cestistica: il passaggio nella lega che vanta i maggiori professionisti del mondo. Per il terzogenito della famiglia Ball, le aspettative sono sempre state molto alte, in particolare a seguito delle colorite e fantasiose dichiarazioni di papà LaVar e dell’entrata in NBA del fratello Lonzo, oggi ai New Orleans Pelicans.

Dopo aver concluso un’eccellente carriera a livello di scuole superiori, sotto supervisione del padre, LaMelo ha scelto di allontanarsi dal sistema universitario statunitense per fare esperienza nel mondo europeo: e Lituania fu. Tuttavia, la parentesi oltreoceano si è conclusa con più bassi che alti, e a seguito di un breve ritorno negli Stati Uniti l’oggi diciannovenne ha fatto le valigie verso l’ennesima meta sconosciuta: l’Australia.

In maglia Illawarra Hawks, Ball è stato protagonista di una stagione che ha messo in luce sia i suoi punti forti che quelli deboli. Qualche acciacco fisico e l’inevitabile pandemia da Sars-CoV-2 hanno poi reso il conto di valutare un giocatore del suo tipo ancora più arduo, tuttavia il terzogenito della famiglia Ball è riuscito a farsi strada ed a mantenere salda quella che è la sua identità cestistica: una point-guard con le dimensioni di un’ala, piuttosto abile nel cercare e mettere in ritmo i compagni, con però dei limiti al tiro e delle importanti lacune difensive.

In una recente intervista, LaMelo Ball ha riportato quanto l’aver affrontato un percorso così movimentato ed ondivago lo abbia aiutato a maturare, sia come persona che come giocatore.

LaMelo Ball ed il suo cammino verso la NBA: “Mi ha aiutato a crescere ed a fidarmi di me stesso”

Una delle esperienza che più, secondo quanto riportato dalla neo scelta degli Hornets, lo ha aiutato a migliorare è stata la possibilità di confrontarsi con giocatori più grandi ed esperti di lui: sin dalle scuole superiori fino alla parentesi australiana, spesso LaMelo Ball ha dovuto affrontare una competizione che non rispecchiava né la sua età né le sue caratteristiche fisiche.

“Tutto quel che ho vissuto, da un punto di vista cestistico, mi ha formato nel modo corretto. Affrontare queste cose ad una giovane età ti aiuta a comprendere a cosa andrai incontro. E’ come conoscere le risposte di un test ancora prima di leggere le domande”.

Poi il diciannovenne è passato a commentare la sua esperienza in giro per il mondo. “Ti aiuta sicuramente dal punto di vista mentale. Ho imparato a credere ed a fare affidamento su me stesso. Sin da piccolo ho potuto osservare come i giocatori si muovono e giocano seriamente. Quando sei un ragazzo e ti ritrovi in una situazione del genere, devi agire ragionando in poco tempo. Puoi sbagliare qualche volta, ma commettere errori ti aiuta a perfezionare il tuo gioco”.

Infine, LaMelo Ball ha espresso qualche parola sul fenomeno mediatico che è diventato papà LaVar. “L’ho sempre sentito parlare in quel modo. Per me è tutto normale, e lo dico seriamente. In fin dei conti, però, mi è sempre stato vicino e mi ha sempre spronato a dare il meglio”.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Questo sito web usa i cookies per migliorare la tua esperienza: speriamo sia ok per te, se non lo fosse puoi farne a meno. Accetta Leggi